F F Tribuna Libera: "Nà t'paj.."

sabato 10 giugno 2017

"Nà t'paj.."




Ricevo e pubblico con molto piacere.

“Na t’paj…”
Commedia del gruppo teatrale “Vico dei Miracoli”

I giovani attori del neonato gruppo teatrale “Vico dei Miracoli” porteranno in scena, domenica 11 (sipario ore 20.00), la commedia in due atti “Na t'paj..". La rappresentazione è tratta dalla celebre commedia “Non ti pago” di Eduardo De Filippo, ma è stata adattata dal regista Giulio Simoni, con dialoghi originali (tradotti in vernacolo cegliese) e nuovi personaggi. La serata sarà patrocinata dal Comune di Ceglie Messapica, che ha dato gratuitamente il teatro.   






Il gruppo teatrale "Vico dei Miracoli" è nato in seno alla parrocchia di San Rocco per venire incontro al desiderio di giovani studenti, che in passato avevano già avuto esperienza teatrale per tramite dei progetti portati avanti dalle Scuole Secondarie di Primo Grado del territorio.

Oltre al parroco don Lorenzo Elia e al vice parroco don Antonio Dell’aquila, i ragazzi sono stati capaci di coinvolgere alcuni loro docenti ed anche ex docenti (prof.ssa Concetta Ancona, prof.ssa Emilia Castellana, prof. Nicola Dione, prof.ssa Cosimina Milone e prof.ssa Marinella Rughi) che li hanno supportati nella realizzazione di questo importante percorso teatrale.
Inoltre, grazie alla forte motivazione e al costante impegno sono stati altresì capaci di trasformare l’iniziativa in un luogo di impegno sociale.

In questa avventura, i giovani sono riusciti a trascinare anche l'ex dirigente scolastico Giulio Simoni che, tra l’altro, è un esperto del settore. Infatti, Simoni  ricopre il ruolo di regista della compagnia teatrale “Arcobaleno” e non manca di supportare progetti teatrali nelle scuole della provincia di Brindisi. 

La parte tecnica è stata affidata, invece, a Vito Girardi.
È possibile visionare alcuni momenti che hanno vissuto i ragazzi durante le prove collegando al link:

Insomma, un progetto teatrale che per le motivazioni, per la ricaduta sociale e per il coinvolgimento dei giovani può, sin da ora, essere applaudito per il suo successo.




"Nà t'paj.."

Nessun commento:

Posta un commento

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti