F F Tribuna Libera: settembre 2016

venerdì 30 settembre 2016

Partono le nuove tariffe per la mensa scolastica





Da lunedì 10 ottobre riparte il servizio della mensa scolastica a Ceglie. Oggi scade il termine per l'iscrizione e per la presentazione dell'I.S.E.E. da parte delle famiglie. Ne parla oggi anche il Quotidiano.

E scattano anche le nuove tariffe con i relativi aumenti. Cosa cambia? Passano da quattro a sette le fasce di reddito considerate come criterio per la variazione delle tariffe. 


Fino a 2.500 euro: 1.60 euro a pasto
Oltre 2500 fino a 5.000 euro: 1,90 euro a pasto   
Oltre 5000 fino a 7.500: 2.20 euro a pasto
Oltre 7.500 a 10.000: 2.50 euro a pasto
Oltre 10.000 a 12.500: 2.80 euro a pasto
Oltre 12.5000 fino a 20.000: 3.10 euro a pasto
Oltre i 20mila euro: 3.40 euro a pasto




Specifica il Quotidiano:

"Attenzione, però, per il secondo figlio fruitore del servizio è prevista per tutte le famiglie una riduzione del 40% del costo del pasto, mentre per il terzo o più figli la riduzione è del 50%. L'esenzione è per i nuclei monogenitoriali, con ISEE fino a 5mila euro o per casi di disagio accertato".



Intervistata, l'assessore Mariangela Leporale afferma: "Ci sono state delle polemiche quando abbiamo approvato le nuove tariffe. E noi siamo stati sempre disponibili al confronto, spiegando ai genitori che le nuove tariffe non potevano essere cambiate, almeno per questo anno scolastico. 
Parliamo di un servizio a domanda individuale ed è una libera scelta se usufruirne o meno".



  (Foto: S. Menga)





Sugli aumenti c'erano state, già nell'aprile scorso, alcune considerazioni 
di Tommaso Argentiero:





settembre 2016

giovedì 29 settembre 2016

Pubblicata graduatoria comunale Sostegno alle abitazioni in locazione






E' stato pubblicato ieri sull'Albo pretorio comunale la determina (link) relativa all'elenco dei soggetti ammissibili al contributo per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione per l'anno 2014, sulla base del bando della Regione Puglia.

Per gli effetti della vigente normativa sulla privacy, l’elenco degli ammessi non è allegato all'atto ma è depositato e consultabile presso l'Ufficio Servizi Sociali del Comune.



settembre 2016

ASSALTO A UNA VILLETTA: ARRESTATI

Assaltano una villetta, ma il proprietario chiama i carabinieri: presi tre ladri


Torniamo a parlare di sicurezza a Ceglie Messapica.


Una notizia di cronaca.






CEGLIE MESSAPICA – Avevano appena rotto la finestra, ma non si erano accorti che il proprietario era in casa. E’ andata male a tre topi d’appartamento che nella mattinata di oggi (29 settembre) hanno tentato di svaligiare una villetta rurale situata in contrada Natalicchio, nelle campagne di Ceglie Messapica. I tre banditi sono stati intercettati dai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni mentre tentavano di dileguarsi.


per leggere tutto



settembre 2016

Amianto abbandonato: Missione compiuta




Ieri c'era stata la segnalazione di un nostro concittadino (clicca qui) su un bel po' di lastre d'amianto che erano state incivilmente abbandonate in campagna, in contrada Monte Santissimo. 







Dopo la segnalazione, l'area è stata bonificata completamente questa mattina.



Ecco le immagini.








Un ringraziamento a Pietro per la segnalazione e alla Polizia Locale di Ceglie Messapica per il pronto intervento. E' bello vedere quando cittadini, blog, tv e istituzioni collaborano per il bene della comunità.

Per ogni segnalazione, il blog è a disposizione.




settembre 2016

mercoledì 28 settembre 2016

Chi non ha sognato di essere Superman?




Comunicato

Superman & ME - Il Posto delle Favole

Domenica 2 ottobre - inizio ore 17.30

Castello Ducale di Ceglie Messapica 
Ingresso 5€ - omaggio per ogni nonno che accompagna un nipotino 
per info e prenotazioni 3892656069



Dedicato ai giovani supereroi, cioè quelli che ad 8 anni sapevano ancora volare. 


"Come tanti bambini, avevo un grande eroe, SUPERMAN, ed ero convinto di poter VOLARE anch’io! Nei sogni vedevo la mia vita dall’alto, indiscutibile prova del mio superpotere! Ma nella mia vita di ogni giorno, rimanevo stranamente terrestrato! Come il giovane Clark Kent, mi sentivo teso fra cielo e terra. Fortunatamente il teatro mi dava un modo per affrontare questo mio dramma!"


Tra le gioie e le ansie di un'infanzia americana anni '60, nutriti dalle immagini del fumetto di Marvel, respiriamo un'aria che non c'è più, un'aria di can-do visionario, dove basta credere in un sogno per realizzarlo.

Superman & Me aiuta il bambino a capire come può volare, anche senza dover diventare un supereroe.

Nel corso del pomeriggio sarà presentato l'e-book "Luna e gli amici dell'orto" con illustrazioni di F. Visicchio e testi di E. Auricchio edito da PxC edizioni.

"Il Posto delle Favole",rassegna di teatro per famiglie organizzata da Armamaxa Residenza teatrale di Ceglie Messapica in collaborazione con il Comune, giunta ormai alla nona edizione, sabato 15 ottobre si sposterà in Piazza Plebiscito con uno spettacolo ad ingresso gratuito "La battaglia dei cuscini" della compagnia Melarancio di Cuneo.




settembre 2016

Ceglie Messapica, una "città arcaica e dimenticata"







Una bella intervista del direttore di Affari Italiani Angelo Perrino a Donatella Caprioglio - psicoterapeuta, saggista e la docente universitaria veneziana (ma vive a Parigi) - che per periodi dell'anno risiede nelle campagne della nostra Ceglie:


Ceglie Messapica nuova Capalbio? E perché no? Sono molti gli intellettuali che stanno arrivando dal Nord e dall’estero attratti da queste case di pietra dalle pareti spesse e protettive,con i tetti rivolti verso l’alto come i seni materni”, spiega: ”Si vieni qui a Ceglie, un luogo arcaico e fortunatamente finora dimenticato, per meditare, per passeggiare, per stare al caldo del sole. Con la gente del posto straordinariamente attenta all’altro, capace di ascoltare, ospitale ed accogliente, desiderosa di apprendere dal forestiero”.

per leggere tutto


Bella la valorizzazione del nostro territorio e della nostra gente, lo dico sinceramente.

Però, mannaggia a voi, ancora con questa storia della Ceglie "arcaica" ... 


Risultati immagini per arcaico





Poi fate arrabbiare i nostri amministratori che tanto insistono, appena possono, nel definire Ceglie una città smart e immersa nell'innovazione. Come facciamo? Noi cittadini siamo confusi ...

Fateci sapere.
(naturalmente avrete compreso che il tono del post è scherzoso).



Molto bella anche una vecchia intervista in cui Donatella Caprioglio racconta al sito turistico del Comune il suo incontro e innamoramento per la nostra città.






Benvenuta tra noi.




settembre 2016

Il compleanno del nuovo Mercato coperto






Oggi ricorre il terzo "compleanno". Era infatti il 28 settembre del 2013 quando la struttura del nuovo Mercato coperto venne inaugurata, in pompa magna, al pubblico. 








Subito dopo l'inaugurazione cadde il silenzio (nonostante le luci della struttura siano accese puntualmente e inutilmente da allora). 


Ad oggi dei nove locali disponibili per attività che avrebbero composto la galleria commerciale, solo tre risultano assegnati definitivamente. Pare ci siano state diverse rinunce che hanno impedito l'avvio delle attività. La causa sarebbe il difficile momento economico, come leggiamo negli atti comunali. 

Con il recente Patto per la Puglia firmato da Governo nazionale e Regione, sono stati assegnati a Ceglie 41.753 euro su 233.716. di fondi PIRP su 233.716 necessari.

Ora, con una delibera approvata ieri, la Giunta comunale ha modificato, con un nuovo avviso pubblico, le condizioni delle concessioni dei locali, in termini economicamente più favorevoli ai concessionari. L'assegnazione avverrà al miglior offerente con il prezzo più vantaggioso per il Comune. La concessione avrà durata di 12 anni. Risultano disponibili i rimanenti locali costituiti da monolocali e locale doppio al piano terra e un locale al primo piano,.



Speriamo che questa struttura possa così finalmente partire.
Sarebbe anche ora.




P.s.: a me e ad AhiCeglie resta sempre un dubbio: 
ma dove porta quella scala?






settembre 2016

Amianto abbandonato






Sulla Community Facebook del blog, un cittadino ci segnala questo brutto spettacolo a base di amianto, in zona Contrada Monte Santissimo.








settembre 2016

martedì 27 settembre 2016

Dovremo decidere noi






Ci siamo. Il governo ha finalmente deciso la data del referendum costituzionale confermativo: sarà il prossimo 4 dicembre. Saremo a chiamati a dire "si" o "no" alla riforma che modifica ben 45 articoli della Costituzione su 138. Anche questo blog vuole provare a fornire qualche informazione per provare a capirne di più rispetto a quello su cui saremo chiamati a votare. Avremo modo di approfondire nelle prossime settimane i vari punti. Iniziamo oggi, parlando di uno dei temi principali della riforma: il nuovo Senato.




Intanto questa è la scheda elettorale che ci consegneranno al momento del voto:





Chi di noi può essere contro assemblee "inutili", la riduzione dei parlamentari, l'efficienza e il taglio alle spese? Nessuno, naturalmente. Ma le cose stanno veramente come è scritto in questo testo dallo stile di scrittura affascinante? Vediamo un po'. 




***************


Il nuovo Senato e la fine del "bicameralismo paritario"

In caso di vittoria del "si", il Senato continuerebbe ad esserci, pur non concedendo più la fiducia al Governo. Vediamo cosa farebbe:

Ecco il nuovo art. 55:

"Il Senato della Repubblica rappresenta le istituzioni territoriali ed esercita funzioni di raccordo tra lo Stato e gli altri enti costitutivi della Repubblica. Concorre all’esercizio della funzione legislativa nei casi e secondo le modalità stabiliti dalla Costituzione, nonché all’esercizio delle funzioni di raccordo tra lo Stato, gli altri enti costitutivi della Repubblica e l’Unione europea. Partecipa alle decisioni dirette alla formazione e all’attuazione degli atti normativi e delle politiche dell’Unione europea. Valuta le politiche pubbliche e l’attività delle pubbliche amministrazioni e verifica l’impatto delle politiche dell’Unione europea sui territori. Concorre ad esprimere pareri sulle nomine di competenza del Governo nei casi previsti dalla legge e a verificare l’attuazione delle leggi dello Stato".

Già il fatto che sia previsto che il Senato "partecipa alle decisioni dirette alla formazione e all'attuazione degli atti normativi e delle politiche dell’Unione europea" fa capire che non sarà una funzione legislativa secondaria. Oggi infatti le leggi che ci governano sono in grandissima parte il frutto del recepimento di direttive europee; cioè significa che le direttive devono essere trasposte in disposizioni di legge (questo avviene in particolare con la "Legge Europea" e la "Legge di delegazione europea" votate dal Parlamento). 





Il Senato dunque continua ad esistere. Ma come cambia il funzionamento del meccanismo di approvazione delle leggi?



Oggi l'art. 70 prevede, in maniera chiara e semplice:

"La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere". 

Stop.



In nome della semplificazione (che è uno degli obiettivi di questa riforma) il nuovo testo che avremo, se passa il si al referendum, sarà il seguente (leggetelo tutto d'un fiato):



"Art. 70. -- La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere per le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali, e soltanto per le leggi di attuazione delle disposizioni costituzionali concernenti la tutela delle minoranze linguistiche, i referendum popolari, le altre forme di consultazione di cui all'articolo 71, per le leggi che determinano l'ordinamento, la legislazione elettorale, gli organi di governo, le funzioni fondamentali dei Comuni e delle Città metropolitane e le disposizioni di principio sulle forme associative dei Comuni, per la legge che stabilisce le norme generali, le forme e i termini della partecipazione dell'Italia alla formazione e all'attuazione della normativa e delle politiche dell'Unione europea, per quella che determina i casi di ineleggibilità e di incompatibilità con l'ufficio di senatore di cui all'articolo 65, primo comma, e per le leggi di cui agli articoli 57, sesto comma, 80, secondo periodo, 114, terzo comma, 116, terzo comma, 117, quinto e nono comma, 119, sesto comma, 120, secondo comma, 122, primo comma, e 132, secondo commaLe stesse leggi, ciascuna con oggetto proprio, possono essere abrogate, modificate o derogate solo in forma espressa e da leggi approvate a norma del presente comma. Le altre leggi sono approvate dalla Camera dei deputati. Ogni disegno di legge approvato dalla Camera dei deputati è immediatamente trasmesso al Senato della Repubblica che, entro dieci giorni, su richiesta di un terzo dei suoi componenti, può disporre di esaminarlo. Nei trenta giorni successivi il Senato della Repubblica può deliberare proposte di modificazione del testo, sulle quali la Camera dei deputati si pronuncia in via definitiva. Qualora il Senato della Repubblica non disponga di procedere all'esame o sia inutilmente decorso il termine per deliberare, ovvero quando la Camera dei deputati si sia pronunciata in via definitiva, la legge può essere promulgata. L'esame del Senato della Repubblica per le leggi che danno attuazione all'articolo 117, quarto comma, è disposto nel termine di dieci giorni dalla data di trasmissione. Per i medesimi disegni di legge, la Camera dei deputati può non conformarsi alle modificazioni proposte dal Senato della Repubblica a maggioranza assoluta dei suoi componenti, solo pronunciandosi nella votazione finale a maggioranza assoluta dei propri componenti. I disegni di legge di cui all'articolo 81, quarto comma, approvati dalla Camera dei deputati, sono esaminati dal Senato della Repubblica, che può deliberare proposte di modificazione entro quindici giorni dalla data della trasmissione. I Presidenti delle Camere decidono, d'intesa tra loro, le eventuali questioni di competenza, sollevate secondo le norme dei rispettivi regolamenti. Il Senato della Repubblica può, secondo quanto previsto dal proprio regolamento, svolgere attività conoscitive, nonché formulare osservazioni su atti o documenti all'esame della Camera dei deputati".



In conclusione, i procedimenti per approvare le leggi 
passano da 2 (oggi) a 10.






Non vorremmo essere nei panni delle matricole universitarie che dovranno preparare l'esame di diritto pubblico, con la nuova versione della Costituzione.





Un caffè all'anno





"Vabbè, dirà qualcuno, ma almeno con questa riforma si risparmia...". E allora andiamo a vedere quanto si risparmia. I cento senatori non saranno più eletti da noi cittadini direttamente ma indirettamente: saranno consiglieri regionali e sindaci (21 sindaci, 74 consiglieri regionali  e 5 rappresentanti scelti dal Quirinale) che, oltre a svolgere la loro attività politica e amministrativa quotidiana, dovranno periodicamente di volta in volta recarsi in Senato per votare. Avranno diritto al rimborso delle spese e all'immunità parlamentare.

La Ragioneria dello Stato parla di un risparmio, dovuta alla non elettività dei senatori, di circa 50 milioni di euro all'anno. Tanti soldi? In realtà, facendo le divisioni, ogni italiano (siamo circa 60 milioni) avrà risparmiato ben 90 CENTESIMI ANNUI. Dunque, dandoci indietro il costo di un caffè all'anno, il cittadino italiano rinuncerà ad eleggere i propri rappresentanti,  lasciando fare questo ai politici (sindaci e consiglieri regionali): si sceglieranno tra loro, interverranno nella formazione di una buona parte delle leggi statali e ci ricompenseranno con meno di un euro all'anno. Forse si confondono i costi della democrazia (le dittature costano meno delle democrazie) con gli sprechi? Ma vengono toccati i veri sprechi?






Tra l'altro nel costo complessivo del Senato, non ci sono solo le indennità ma anche il costo delle strutture, degli uffici, che non verranno smantellati. Non ci sarà nessun licenziamento e il costo del Senato continuerà ad aggirarsi intorno ai 500 milioni di euro l'anno. Però i soldi per un caffè all'anno, come detto prima, i cittadini l'avranno assicurato rinunciando al proprio diritto elettorale. Sempre, naturalmente, che vinca il "si".

A breve torneremo a parlare di altri importanti punti della riforma costituzionale oggetto di referendum. Ne sentirete tante in queste settimane. Ci sarà chi dirà che è la riforma migliore e che comunque è qualcosa in più rispetto all'attuale. Io penso che, se si deve cambiare, bisogna cambiare in meglio, non accontentarsi cambiando giusto per cambiare. Il "si" non è la soluzione dei problemi italiani, così come il "no" non è il rifiuto a riformare la Costituzione per migliorarla.

L'importante è che ognuno di noi scelga in maniera ragionata, conscia dell'importanza del suo singolo voto. Votate come vi pare ma fatelo in maniera documentata e consapevole dei pro e dei contro. I governi vanno e vengono, la Costituzione resta.




settembre 2016

Ci segnala un cittadino





Un nostro concittadino lancia un appello riguardante una scalinata in zona mercato che viene usata per il passaggio da moltissimi cittadini, anziani e non. E' priva di un passamano, che potrebbe risultare utile soprattutto per le persone meno giovani ed evitare pericoli di cadute. Credo che sarebbe utile e più sicuro realizzarlo anche perchè non comporterebbe una grande spesa. Ci facciamo portatori di questo appello.




settembre 2016

"Cibus" ha vinto di nuovo la Chiocciola







Ancora una volta il noto ristorante cegliese "Cibus" gestito da Lillino Silibello e dalla sua famiglia è stato insignito della chiocciola Slow food, nell'ambito della Guida di Slow Food alle Osterie d’Italia 2017, come ristorante che si distingue per la ricerca e il rispetto dei prodotti. 

Sono dieci i ristoranti che hanno ottenuto questo importante riconoscimento di qualità in tutta la Puglia, tre in provincia di Brindisi.

















Congratulazioni a Lillino, Angela, Camillo e Diego.




settembre 2016

Disponibile da oggi







E' disponibile a partire da oggi al link https://www.youtube.com/watch?v=KgJ56wsDKnA il singolo “I want to get back” dei Bolero featuring Kee Marcello, l’ex chitarrista degli Europe. Il brano composto dai Bolero con la collaborazione del musicista svedese anticipa l’album dal titolo “Hurricane”, in uscita la prossima primavera.

Hurricane” contiene anche il contributo di Billy Sheehan, il bassista dei Mr. Big, il noto gruppo hard rock californiano, e quello del rapper statunitense Rockwell Knuckles. L’album, che è un uragano di hard rock, contiene dieci tracce per un totale di 45 minuti di musica e sarà pubblicato con etichetta Alphard record.




Visualizzazione di Billy Sheehan.jpg   Visualizzazione di Rockwell_Knuckles.jpg



Il brano è stato scritto agli inizi del 2015 dai Bolero, il gruppo pugliese composto da Antonio Bruno (voce e chitarra), Rocco Palazzo (tastiere), Maurilio Mimmi (basso) e Paolo Colazzo (batteria). L’incontro con il chitarrista nord-europeo avviene l’estate precedente: il gruppo salentino divide il palco con Kee Marcello, con cui si esibisce alla fine del concerto in “The final countdown” e “Rock the night”, due grandi classici della discografia degli Europe, il gruppo hard & heavy rock svedese.







settembre 2016

lunedì 26 settembre 2016

Senza illuminazione al cimitero





Una lettrice del blog scrive a Tribuna Libera per una segnalazione:


"Ciao, Francesco,
Vorrei raccontarti uno spiacevole avvenimento con la speranza che tu in qualche modo possa sollecitare la cose. Sono circa tre settimane che in alcune zone del cimitero manca l'illuminazione. Dopo i vari solleciti fatti verbalmente, ancora non ne erano venuti a capo.

Perciò stasera mi sono recata personalmente da uno degli addetti per capire chi è il responsabile dell' illuminazione....ma lui  mi ha detto che stamattina si è recato dal sindaco, non sapeva altro. Mi ha mostrato un foglio facendomi vedere che è da molto tempo che mancano altre luci e addirittura neanche la Croce si accende del tutto a causa delle lampadine fulminate!

Ora la domanda mi nasce spontanea? ma se le persone pagano regolarmente è normale non avere corrente?".

Lettera firmata




Naturalmente il blog resta a disposizione anche per evidenziare eventuali risposte e precisazioni di chi di competenza. 





settembre 2016

Incarichi comunali per architetti e ingegneri






Sul sito del Comune è stato pubblicato un avviso pubblico per costituire un elenco di operatori economici dal quale il Comune attingerà nel momento in cui occorrerà conferire incarichi professionali attinenti all’architettura e all’ingegneria di importo stimato inferiore ad 100mila euro (I.V.A. e contributi previdenziali esclusi).

Gli affidamenti avverranno previo espletamento di procedure selettive svolte fra i soggetti iscritti nelle apposite sezioni dell’elenco. In queste procedure negoziate (cioè quelle che, prima dell’approvazione nel 2006 del Codice dei contratti pubblici, era chiamata “trattativa privata”) la scelta degli operatori economici da invitare per ciascun affidamento seguirà il criterio di rotazione. I dettagli della procedura sono disciplinati dall’art. 9 dell’avviso.

per l'avviso






settembre 2016

Riccardo Manfredi a tutto campo



Intervista a tutto campo fatta questa sera in diretta, su Video M Italia, da Rocco Monaco al consigliere di opposizione Riccardo Manfredi.





Parte 2:





settembre 2016

CRONACA, E' accaduto nella campagna cegliese


E' accaduto a Ceglie, questa mattina.



Donna chiusa in una stanza da due banditi che le svaligiano la casa


I delinquenti si sono impossessati di soldi e gioielli, dandosi alla fuga con una vecchia Fiat 500 di proprietà della vittima. Sul posto si sono recati i carabinieri.


per leggere a notizia completa




settembre 2016

L'on. Elena Gentile a Ceglie










Un recente intervento dell'on. Gentile al Parlamento Europeo.






settembre 2016

Le foto della Coppa Messapica


C'è un bel book fotografico realizzato da Vincenzo Intermite.





per tutte le foto.





Il video realizzato da Mimmo "Ahi" Barletta.






settembre 2016

domenica 25 settembre 2016

Grande successo del biscotto cegliese



Terminerà domani a Torino la quattro-giorni del Terra Madre-Salone del Gusto. Organizzato da Slow Food, dalla Regione Piemonte e dal Comune di Torino, in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole, il Salone del gusto accoglie uno dei più importanti palchi per produttori e artigiani dell’agroalimentare di qualità provenienti da tutto il mondo.

Come sapete, sono presenti anche sei produttori del nostro biscotto cegliese (Presidio Slow Food), associati nel consorzio di tutela e valorizzazione con il sapore del nostro dolcetto tipicio e delle nostre mandorle.  Le attività presenti sono: Apuliataste (Ristorante Botrus) di Francesco NacciAllegrinitaly di Maria Franco, Ristorante Cibus di Angelo Silibelo, I dolci della tradizione di Stefania Gioia, Panificio San Lorenzo di Vito Chirico, Pasticceria Martinese di Pietro Nigri.



E il biscotto cegliese sta spopolando!












E anche l'autorevole "Gambero rosso" 
parla del biscotto :





Bravissimi!






settembre 2016

Nelle campagne cegliesi puoi trovare di tutto



Un piccolo reportage del consigliere di opposizione Riccardo Manfredi.









settembre 2016

Commenti

Commenti