F F Tribuna Libera: giugno 2016

giovedì 30 giugno 2016

Gangliosidosi



Ricevo e pubblico un comunicato del deputato cegliese on. Nicola Ciracì.


Screening neonatali per le malattie rare, Ciracì (CoR): "Il Governo ha approvato un mio ordine del giorno, ma continua a snobbare la Gangliosidosi Gm1: Paola ci ha lasciati a soli 3 anni"

“Non è stata sufficiente neppure l’ennesima morte innocente per far aprire gli occhi al Governo sulla Gangliosidosi Gm1, una malattia ereditaria rara per la quale purtroppo non esiste cura, anche e soprattutto perché una cura non è stata mai finanziata e dunque ricercata a dovere”.
Lo sostiene l’onorevole Nicola Ciracì (CoR – Conservatori e Riformisti) il cui ordine del giorno sugli screening neonatali obbligatori per le patologie metaboliche ereditarie è stato, nei giorni scorsi, approvato quasi integralmente dalla Camera.

Ed è proprio quel “quasi” che ha lasciato con l’amaro in bocca il deputato: “È stata accolta la mia richiesta d’impegno da parte del Governo a inserire nei LEA (Livelli essenziali di assistenza) gli screening neonatali che, combinando prevenzione e ricerca, possano far scoprire per tempo il rischio di poter essere affetti da malattie genetiche rare, ma è stato depennato il riferimento esplicito alla Gangliosidosi Gm1…”.
“Io proprio non capisco questo continuo voltarsi dall’altra parte – denuncia Ciracì – nonostante sia assodato come questa terribile patologia risulti fatale e come spesso le vittime siano proprio i più piccini”.

Il riferimento è, tra gli altri, al caso della piccola Paola, bimba di Ceglie Messapica deceduta lo scorso 16 maggio prima di aver compiuto tre anni. La sua storia, raccontata da mamma Valentina Nigro e da papà Giuseppe Argentiero, commosse il Web e approdò in parlamento proprio grazie proprio a Ciracì. “Fino ai sei mesi – spiegò sua madre – Paola faceva tutto quello che normalmente fanno i bambini di quell’età: giocava, si spostava col girello, gorgheggiava. Successivamente e all’improvviso – proseguì – un giorno ci siamo accorti che qualcosa non andava e da un’analisi del Dna enerse che nostra figlia era affetta da Gangliosidosi Gm1 e pian piano ha cominciato a regredire”. A metà maggio, purtroppo, il tragico epilogo, nonostante gli sforzi di chi era rimasto toccato dalla vicenda.

In Italia, infatti, scarseggiavano e scarseggiano le ricerche sulla Gangliosidosi Gm1: l’ultima fu condotta dalla nel 1999 a Firenze dalla dottoressa Amelia Morrone, che ricevette un esiguo contributo di 36mila euro grazie a una raccolta Telethon.
“Io credo – afferma Ciracì – che in un Paese civile non possa esistere una distinzione tra malattie di serie A, di serie B, di serie C e persino D, e credo anche che un Paese civile dovrebbe impegnarsi fin dalla nascita dell’individuo per garantirgli un’esistenza sana e dignitosa: questo, ahimè, non accade e allora una parte, per quanto minima della popolazione, è a rischio in quanto emarginata da quello stesso Stato che, sulla carta, si erge a tutore e a garante della salute dei propri cittadini”.

“Ha del vergognoso quanto accaduto qualche giorno fa con il mio ordine del giorno: non mi spiego come si possa, in qualità di genitori prim’ancora che di politici e uomini e donne delle istituzioni, far finta che la Gangliosidosi Gm1 non esista, voltare le spalle a intere famiglie di fatto condannate alla sofferenza e alla perdita dei propri cari: senza prevenzione e senza ricerca non si va da nessuna parte, non c’è futuro”.

“Io, dal mio canto – conclude Ciracì – non mi arrenderò e continuerò a stimolare il ritorno alla ragione e alle più normali pratiche umanitarie, prima che sanitarie, da parte di questo Governo che, tra le altre cose, purtroppo scarseggia anche in quanto a umanità: di Gangliosidosi Gm1 e di tutte le altre malattie rare si deve parlare anche e a maggior ragione perché non portano consenso, la Gangliosidosi Gm1 e tutti questi “nuovi” mali devono essere scoperti in tempo, fronteggiati e sconfitti”.  





giugno 2016

Il programma di CegliEstate 2016


Aggiornamento 7 luglio

Ecco il programma definitivo

(clicca sulle immagini per ingrandirle)













E' stato presentato questa mattina in conferenza stampa.


per leggerlo




Un approfondimento sul concerto della Blues Brothers band lo troviamo da Domenico.
(saranno in piazza l'11 agosto)





Uno spezzone del film cult del 1980 (con gli originali)







P.s.: ho appena visto l'immagine sulla prima pagina della brochure.

Qualcuno può avvisarli, a proposito del Ceglie  Food festival, che siamo nel 2016
e non nel 2015?

:)







giugno 2016

mercoledì 29 giugno 2016

Ceglie Messapica sulla rivista "Bell'Italia"



Il nostro stupendo territorio al centro di un articolo della Rivista "BellItalia", da qualche giorno nelle edicole e che questo mese era dedicato alla Puglia. Il titolo dell'articolo, dedicato alla Valle d'Itria, è "La strada dell'acqua":






"Trenta chilometri in mountain bike nelle Murge, da Locorotondo a Ceglie Messapica. Si pedala tra trulli e uliveti, seguendo il primo tratto completato della Ciclovia dell'Acquedotto Pugliese" leggiamo nel catenaccio.




Ad accompagnare il giornalista e il fotografo dell'articolo, lungo la ciclovia e attraverso la nostra meravigliosa e suggestiva campagna, c'erano Vincenzo Intermite e Tommaso Leporale, dell'associazione "Bicilona", che già ben conosciamo per le tante attività che hanno realizzato a Ceglie e nel territorio limitrofo in questi anni.





E non poteva certamente mancare una capatina anche nella nostra bella cittadina.





Eccone la descrizione:


"Al calar del sole l'arrivo a Ceglie Messapica. L'ingresso della cittadina messapica regala un'altra emozionante scoperta: questa infatti fu uno dei primi avamposti del territorio dei Messapi, la popolazione che abitò il Salento tra il IX e il II secolo a. C., ed è uno degli ultimi comuni delle Murge baresi disseminate di trulli. Il cuore di Ceglie è la piazzetta su cui si affacciano la Chiesa Madre e il Castello ducale, visitabile. 
Al tramonto, quando si accendono le luci puntate sulle pareti imponenti e sula torre normanna, la pietra tufacea si accende di rosa. E' l'ora giusta per scoprire la gastronomia locale, molto apprezzata negli ultimi anni, grazie soprattutto alla scuola di specializzazione del Centro internazionale di gastronomia mediterranea, che ha fatto di Ceglie uno dei luoghi di eccellenza del gusto, Per appurare quanto la fama sia meritata basta assaggiare il biscotto cegliese: pasta di mandorle, marmellata di ciliegie o uva, rosolio di agrumi, miele, uova e scorza di limone rivestiti da una glassa di cioccolato. Una ghiotta tentazione per il primo meritato spuntino dopo la pedalata".


Orgogliosi di essere cegliesi. E grazie a Vincenzo e Tommaso (oltre che a Maria Domenica Maggiore e Felice Suma).






giugno 2016

Vincita fortunata con un solo euro, a Ceglie Messapica







Serata fortunata ieri sera, presso la tabaccheria di Pasquale e Adriana Sabatelli in piazza Plebiscito. Un nostro concittadino, giocando un solo euro, è riuscito a portare a casa una vincita di ben 30.000 euro, centrando 9 numeri su 10 al "10 e lotto". 

Siamo contenti per lui e per il fatto che questo dimostra che, anche giocando con moderazione e senza accanimento, è possibile divertirsi  e vincere cifre importanti. La fortuna, se deve arrivare, arriva subito, altrimenti pazienza. L'appello è a giocare sempre in modo responsabile e controllato, soprattutto in questo momento di crisi per tanti, senza mai dimenticare il valore dei soldi.




giugno 2016

La parola a Francesco Locorotondo



Prima della Brexit (uscita dalla Gran bretagna dalla Ue) 
ci fu la Carolexit  (uscita dei consiglieri comunali dalla maggioranza)

Della prima ci parla Francesco Locorotondo in un simpatico video 
girato da quei talenti di Paolo Elia e BrainVision per Open WebTv.



Clicca sull'immagine per la pagina FB con il video





Che poi non sarebbe più corretto dire "cose DA pazzi"?



giugno 2016

"La chiusura di via San Rocco non è un grave danno per Ceglie"



L'altro giorno ha fatto molto discutere e confrontare, sia sul blog che su Fb, il post sulla chiusura al traffico di via san Rocco. Sia commercianti che cittadini sottolineano alcune difficoltà legate alla chiusura totale h24, innanzitutto legate al numero non sufficiente di parcheggi. 

C'è dunque chi è contento ma anche chi chiede una riapertura, almeno per qualche ora, di quella che comunque è un'arteria importante di collegamento all'interno della viabilità cittadina. Sul Quotidiano di ieri alcune dichiarazioni del sindaco Luigi Caroli sull'argomento. Le riporto integralmente.





"Non credo che la chiusura di via San Rocco rappresenti un grave danno per la città. In tutte le città, soprattutto nei mesi estivi le zone centrali vengono chiuse al traffico per renderle più accoglienti ai turisti. Come Amministrazione abbiamo optato per questa scelta, per fare della zona centrale di Ceglie un salotto. Nella strada interdetta al traffico c'è anche una attività di mia proprietà. Ci vorrebbe buon senso e collaborazione come accade in altre città. 
Come Amministrazione siamo comunque disponibili al dialogo e a trovare una soluzione nel più breve tempo possibile. Già in primavera avevamo illustrato la nostra intenzione ai commercianti di via San Rocco, che si erano detti favorevoli alla chiusura di buona parte della strada nei mesi estivi. Evidentemente hanno cambiato idea ma, ripeto, per l'Amministrazione non ci sono problemi, a breve potremmo organizzare un incontro con i commercianti, a patto che ci siano tutti, in modo da arrivare ad una soluzione condivisa. Spero che la vicenda sia una vera e legittima richiesta dei commercianti e non una polemica di qualche consigliere".


E voi lettori che ne pensate? Dite la vostra sull'argomento.



giugno 2016

Un ristoratore cegliese a Milano (e le sue "crudità")



Tempi è un periodico settimanale cattolico,spesso al centro del dibattito politico nazionale.. Si occupa di cronaca, attualità, cultura, e fornisce reportage e approfondimenti su politica ed esteri. Nella sua edizione online qualche giorno fa ha dedicato un articolo ad un nostro concittadino da anni residente a Milano, dove ha aperto un'attività di ristorazione molto apprezzata. 







Crudità pugliesi irrinunciabili a Milano




Pugliese, brindisino purosangue, di Ceglie Messapica, è anche Rocco Urso, che dal 1995 conduce a Milano un ristorante piacevolmente fuori dal coro: lo Charmant. Fuori dal coro perché sta in una zona residenziale tranquilla, dove non si deve imprecare per un parcheggio. Perché l’arredo è elegante e non concede nulla ai vezzi modaioli, anzi dispone di bellissimi e comodi divanetti. E soprattutto, perché qui vanno in scena le crudità pugliesi, senza cedimenti.


per leggere l'articolo






Questo il sito del ristorante:











giugno 2016

martedì 28 giugno 2016

Per ricordare la piccola Paola






Dalla bacheca di "Il Mondo di Paola", per ricordare la piccola guerriera venuta a mancare alcune settimane fa.


"Il 29 giugno e' nata PAOLA, un giorno molto SPECIALE..per questo voglio renderlo tale...con l'aiuto di tutti voi....alle ore 18 presso la Chiesa di San Rocco sarà celebrata una Santa Messa in memoria di Paola....poi con tutti i presenti fuori dalla chiesa ci sarà il lancio di palloncini in cielo....ognuno di voi può portare anche un solo palloncino per poi lanciarli tutti insieme...per festeggiare così il suo 3 compleanno...lontano da noi...ma comunque sempre con noi....GRAZIE IN ANTICIPO A TUTTI COLORO CHE PARTECIPERANNO....".




giugno 2016

Diamo una mano ai parroci e alla Caritas di Ceglie ...








Il progetto vede coinvolte le quattro Caritas di Ceglie e vuole essere un Opera-Segno per questo Anno della Misericordia, voluto daPapa Francesco. Sarebbe bello che ogni cegliese potesse dare il suo piccolo contributo ...


per saperne di più


C'è bisogno anche di te.








giugno 2016

Ecco i cegliesi vincitori del concorso "La differenziata ripaga"








E' stata pubblicata la graduatoria definitiva per l’erogazione di premialità a beneficio dei cittadini che hanno aderito all'iniziativa “La Differenziata Ripaga” presso il Punto Ecologico di Ceglie. Questi ultimi hanno accumulato Euro/kg di rifiuti distinti per tipologie e quantità corrispondenti e ricevono un voucher in euro, di importo variabile, da utilizzare presso una delle attività commerciali convenzionate, sulla base della quantità di rifiuti conferiti.

I primi quattro cittadini in graduatoria, come da regolamento dell'iniziativa, saranno esonerati dal pagamento della TARI (la tassa sui rifiuti) sulla casa di abitazione sita nel territorio comunale.



I quattro vincitori (determina)





giugno 2016

Comunicato dell'on. Ciracì, "Questa è la via da seguire"






Ricevo e pubblico:




Musica, territorio & solidarietà, successone per il concerto della “Swing Big Band” – L’On. Ciracì: «È questa la via maestra da seguire»


«Siamo riusciti a unire, in un’unica e indimenticabile serata, la magia della musica, la bellezza del nostro territorio e la solidarietà, facendo sintesi tra alcune delle nostre eccellenze». Commenta così l’onorevole Nicola Ciracì (CoR), presidente del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, l’ottima riuscita del concerto della “Swing Big Band”, andato in scena domenica scorsa presso Masseria Beneficio a Ceglie Messapica.





Numerose e qualificate le presenze, su tutte quella del sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, senatrice Angela D’Onghia, di Sua Eccellenza il prefetto di Brindisi, Annunziato Vardè, del questore Roberto Gentile, del comandante della compagnia carabinieri di San Vito dei Normanni, capitano Diego Ruocco.

Nel corso della serata, condotta da Nicla Pastore e caratterizzata dalla frizzanti note dell’orchestra swing del “Tito Schipa” , è stata anche premiata la professoressa Flavia Gervasi, cegliese d’origine e docente di Musicologia presso l’università di Montreal in Canada.

Sono poi state assegnate all’asta da un battitore d’eccezione, il giornalista Walter Baldacconi, una bottiglia di vino con etichetta unica, realizzata dall’artista Ercole Pignatelli e donata dal produttore Claudio Quarta, una stampa offerta dallo storico locale Michele Ciracì e una ceramica messa a disposizione da Nicola Fasano di Grottaglie.

L’intero ricavato dell’iniziativa è stato devoluto all’Unità operativa complessa di Oncologia dell’ospedale “Antonio Perrino” di Brindisi, diretta dal professor Saverio Cinieri.

«Il considerevole successo ottenuto – conclude Ciracì – e l’affluenza di pubblico, la maggior parte del quale qualificato, ci conferma, qualora ce ne fosse bisogno, che la strada intrapresa dal Conservatorio è quella giusta: riscontri come quello dell’altra sera non devono però farci adagiare sugli allori, ma essere da sprone per continuare a seguire la via maestra della cultura, della bellezza e dell’eccellenza, coniugando la nostra arte alle peculiarità di un territorio che attende solo di essere valorizzato a dovere».





Sulla Community Facebook di Tribuna Libera, scorrendo la pagina trovate il videoservizio di VideoM Italia sulla serata. Grazie all'amico Rocco Monaco.







giugno 2016

Incontro sul referendum



Nonostante Tribuna Libera sia per il "no" al referendum costituzionale di ottobre (con oggetto questa pasticciata riforma), credo sia importante dare voce a tutte le "campane". Per questo, vi segnalo con piacere un appuntamento, organizzato dal circolo cegliese del Partito Democratico, in favore del "si". L'appuntamento è per venerdì pomeriggio. Del referendum avremo modo di riparlarne a breve anche sul blog.






giugno 2016

lunedì 27 giugno 2016

Ecco i dati sul turismo a Ceglie Messapica







La scorsa settimana il Quotidiano ha pubblicato un articolo ai dati diffusi dall'Agenzia regionale per il Turismo "Puglia Promozione" in riferimento alle presenze turistiche in Puglia, in particolare per la provincia di Brindisi, nel 2015. C'è il boom di Fasano (586mila presenze, + 7,5%), Ostuni sostanzialmente stabile (poco più di 400mila, con +0.42%) mentre Carovigno ha registrato un aumento esponenziale (449mila presenze, + 20% e un aumento del +18% di arrivi). 

Qual'è la differenza tra presenze e arrivi? Le prime rappresentano il numero di clienti, italiani e stranieri, ospitati negli esercizi ricettivi (alberghieri o complementari) nel periodo considerato. Le seconde il numero delle notti trascorse dai clienti negli esercizi ricettivi (alberghieri o complementari). Dal rapporto tra queste due cifre si ricava il tasso di permanenza media.




Com'è andata a Ceglie?



Leggiamo sul Quotidiano:

"Nell'analisi di PugliaPromozione emerge un altro dato che interessa la provincia: a Ceglie Messapica si dimezzano le presenze di turisti italiani: dai 17mila del 2014 ai poco più di 8.400 del 2015. Tutti questi numeri, però, non tengono conto, almeno in termini di arrivi, del "sommerso", e quindi di gente che soggiorna in B&B o case vacanza abusive, non conosciute al fisco e che non comunicano presenze e arrivi agli enti preposti, ad iniziare da quelli di pubblica sicurezza".


per leggere i dati



Dalla tabella risultano in particolare: arrivi italiani 4.379 e stranieri 1.071. Presenze italiane 8.436 e straniere 5.328. Totale arrivi 5.450 e totale presenze 13.764.






giugno 2016

TRA CAFFE' E ACIDO MURIATICO





Pubblicato poco fa il video integrale dell'intervista televisiva - dal titolo "Un caffè con il sindaco Luigi Caroli" - rilasciata dal sindaco e trasmessa ieri su Video M Italia. Tra le altre cose, c'è l'immancabile l'attacco fisso al Comitato civico per la Trasparenza.






"Vorrei capire chi sono realmente i soggetti  che devono controllare me, perchè io non vorrei che ci vorrebbe l'acido muriatico per controllare loro ..." 
(minuto 43.13)


Una battuta a dir poco infelice e triste. Sinceramente mi deprime un po' doverla commentare. Naturalmente ci auguriamo a breve la possibilità di replica da parte del rappresentante del Comitato chiamato in questione. Per il resto, non ho trovato quel materiale "esplosivo" preannunciato. Un po' il solito repertorio a cui siamo abituati, poco di nuovo.


Se vi va di vedere integralmente il video, lo trovate sulla Community di Tribuna Libera



Ci aggiorniamo tra poco per il nuovo post. 
Intanto, #vatuttobene





giugno 2016

Stasera la quinta presa dell'umido, a Ceglie








Scrive l'ex assessore all'Ambiente Daniele Gioia:




C'è quindi una quinta presa dell'umido? Personalmente non lo sapevo, buono a sapersi. 

Dunque questa quinta presa dovrebbe essere o domani mattina o giovedì mattina. Che facciamo stasera allora? Proviamo a lasciare l'umido?  Al massimo, se non lo prendono, ci riproviamo mercoledì sera-giovedì mattina? Basta che vi decidete e fate sapere a noi cittadini. Che dice l'Amministrazione?










giugno 2016

domenica 26 giugno 2016

Bè, allora che ha detto?





Scusate, non ce l'ho fatta. Sarà stata la mattinata al mare o il pranzo domenicale, non lo so. Ci ho provato a guardare l'intervista al sindaco (annunciata come una notizia "bomba"), dopo pranzo in tv. Però, la "bomba" non sembrava arrivare e, dopo un po', mi sono addormentato sul divano. 
Qualcuno può aggiornarmi su cosa è stato detto di "esplosivo"? Grazie a voi.










giugno 2016

sabato 25 giugno 2016

Elisabetta Elia campionessa regionale di arco Olimpo


L'atleta cegliese Elisabetta Elia, tesserata per la società Asd Gruppo Arceri D'alceste di San Vito Dei Normanni, ha conquistato il titolo di campione regionale assoluto nella categoria Seniores femminile arco Olimpo.


La gara interregionale che si è svolta domenica 19 Giugno a Gravina Di Puglia (valida per l'assegnazione del titolo di campione regionale Hunter e Field, gara di tiro di campagna 12+12) ha visto la partecipazione di atleti provenienti da tutta la Puglia e non solo.

Il campionato si è svolto in due parti:
- la prima parte che ha visto la classica gara con 12 bersagli a distanze conosciute e 12 bersagli a distanze sconosciute;
Ed è proprio nella seconda parte che l'atleta cegliese (mantenendo lucidità, freddezza e con tanta determinazione) è riuscita a battere le altre atlete che competevano al titolo regionale.
-la seconda parte che ha visto gli scontri diretti, validi per l'assegnazione del titolo di campione regionale.

Una buona prestazione per Elisabetta, e un ottimo risultato per il gruppo Arceri D'Alceste che, dopo le vittorie del presidente Francesco D'Agnano e di Domenico Santoro, aggiunge un altro titolo regionale nella sua già ampia bacheca.

Congratulazioni da tutti noi.









giugno 2016

La "signora dei cieli" è una cegliese





Il Corriere del Mezzogiorno, sezione regionale del Corriere della Sera, dedica un servizio ad una nostra concittadina: Laura Delvecchio.

"È solo uno dei circa 80 aerei che ogni giorno decollano e atterrano nell’Aeroporto del Salento portando il loro carico di turisti, studenti, lavoratori, emigranti. I primi e gli ultimi minuti di volo, quelli più importanti e delicati, sono affidati ai 13 controllori di volo di una delle 43 torri Enav, da sei mesi passate interamente dall’Aeronautica militare all’ente civile del ministero. La novità è che, da poco meno di due mesi, a capo di quei 13 controllori — più una impiegata amministrativa — c’è una donna. È Laura Delvecchio, 38 anni, di Ceglie Messapica, ed è la prima capo impianto donna d’Italia. Da 14 è dipendente Enav".

per l'intervista e il video


Questa è la Ceglie ci piace.



giugno 2016

Una Domenica sui carrettoni, a Ceglie Messapica





Per domani, Domenica 26 giugno, Paolo Delgrado e l'associazione Sottosopra hanno organizzato la terza edizione di "Carrittun e carretti Race", con cuscinetti a sfera per il divertimento di grandi e piccini. 






Appuntamento in via Emilio Notte (nei pressi del supermercato Dok) a partire dalle ore 15 fino alle 21. La partecipazione è totalmente gratuita. 







giugno 2016

Spiriti Sbolliti - parte 2, a Ceglie Messapica



Abbiamo ascoltato spesso, soprattutto in campagna elettorale, l'amatissima amministrazione ribadire quanto quest'ultima sia attenta ai giovani cegliesi e alle loro esigenze. Per i giovani cegliesi, per la loro creatività artistica e musicale e la loro aggregazione, esiste il Laboratorio Urbano "Mac900", realizzato nel periodo dell'Amministrazione Federico grazie a dei finanziamenti europei e regionali nell'ambito dell'iniziativa "Bollenti Spiriti" che ha caratterizzato, tra le tante, il Governo regionale guidato da Nichi Vendola. (Il video dell'inaugurazione)



(foto di repertorio)



Una struttura che ha subìto, negli ultimi anni, alterne vicende tra chiusure e riaperture e che oggi continua a svolgere attività anche grazie alla cessione in comodato d'uso ad una Parrocchia che sta svolgendo lodevoli attività di animazione in favore dei giovani cegliesi. 

Torniamo a parlare del Mac900 perchè due mesi fa la Regione Puglia aveva invitato i Comuni già beneficiari qualche anno fa dei finanziamenti "Bollenti Spiriti" per i laboratori Urbani (e proprietari delle strutture in questione) a presentare progetti di miglioramento funzionale e strumentale dei Laboratori stessi. Sul Bollettino Ufficiale del 9 giugno scorso è stato pubblicato l'esito istruttorio della procedura.


per leggerlo


Risulta che: 28 progetti presentati non hanno raggiunto la soglia minima di cinquanta punti e non risultano ammissibili a finanziamento, 9  risultano privi dei requisiti di accesso e ben 50 progetti risultano ammissibili a finanziamento. Il finanziamento concesso varia da Comune a Comune, fino a un massimo di 150mila euro.

Il Comune di Ceglie non risulta presente, nè tra i progetti ammessi nè tra quelli esclusi. Dovremmo dedurre che un'istanza di finanziamento per il miglioramento del Laboratorio Urbano non sia stata neanche presentata? E, in tal caso, ci chiediamo soltanto e semplicemente: Perchè?



#vatuttobene











giugno 2016

KARTING per i più piccoli



Una decina di giorni fa a Ceglie si è svolta la manifestazione "Karting in Piazza" organizzata dall’Automobile Club d’Italia. Una iniziativa che esiste da quattro anni e che fino a oggi ha visitato 27 città in tutta Italia. Presso il Palasport è stato allestito un circuito stradale con istruttori che hanno guidato i più piccoli alle prime prove al volante, abbinando al divertimento dei bambini anche lo sviluppo di temi di sicurezza e di educazione stradale. 

In questo videoservizio trovate le immagini della giornata e tre interviste, rispettivamente a Mario Colelli (presidente AcI Brindisi), Francesco Montagna (pilota Rally), il sindaco Luigi Caroli e Cataldo Bellanova (comandante della Polizia Municipale di Ceglie Messapica). Buona visione.








giugno 2016

venerdì 24 giugno 2016

Chiusura di via San Rocco al traffico





Articolo di questa mattina di Adele Galetta per la Gazzetta del Mezzogiorno:


VIA SAN ROCCO CHIUSA AL TRAFFICO, 

COMMERCIANTI SUL PIEDE DI GUERRA




Fronte compatto dei commercianti e dei residenti contro la pedonalizzazione perenne di un tratto di via San Rocco partita alcuni giorni fa. Lunedì, infatti, è stata protocollata all'attenzione del primo cittadino Luigi Caroli, la richiesta, con tanto di firme, di apertura al traffico dalle ore 6 alle ore 18. Svolgere regolarmente la loro attività lavorativa, oggi impedita dalla chiusura del traffico della via: questa è la richiesta dei soggetti interessati le cui lamentele sono state poste all'attenzione dell'Amministrazione e dell'assessore alle Attività Produttive Angelo Palmisano, nel Consiglio comunale di ieri, per conto del consigliere Francesco Locorotondo.

La richiesta non sarebbe arrivata sul tavolo dell'amministrazione che ha, semplicemente, ribadito che la decisione di dare il via libera alla Ztl sarebbe solo temporanea "e se non ci sarà il riscontro che ci aspettiamo in questi due mesi, tutto tornerà come prima". I commercianti però non ci stanno, alla luce soprattutto del fatto che la decisione è stata presa senza interpellare l'associazione di categoria e senza convocare gli stessi in una riunione preventiva, sull'effettiva chiusura "in un momento .- precisano i rappresentanti - già difficile per la nostra economia".

"Il primo cittadino non ci ha voluto ascoltare - continuano - nonostante più volte sia stato avicinato nei giorni precedenti, per fargli capire che questa sua decisione penalizza i guadagni per noi commercianti che paghiamo le tasse". A ciò si aggiungono le lamentele dei residenti, soprattutto anziani, impossibilitati a parcheggiare per qualche minuto anche solo per scaricare la spesa. Numerose infatti sono le telefonate e le visite al Comando dei vigili urbani.

Il traffico, quindi, è interdetto subito dopo la Banca Popolare Pugliese. Obbligatoria diventa la svolta a destra ed il parcheggio è consentito solo nelle aree blu con disco orario 60 minuti. "Se vogliono far diventare via San Rocco un centro commerciale all'aperto - continuano i commercianti - devono prima risolvere il problema della mancanza di parcheggi. Quelli esistenti non sono sufficienti a coprire le esigenze dei cittadini e dipendenti che devono recarsi all'Ufficio Postale, in banca o a fare compere".



AGGIORNAMENTO 28 GIUGNO

La replica del sindaco











giugno 2016

Commenti

Commenti