F F Tribuna Libera: marzo 2016

giovedì 31 marzo 2016

Il sindaco cambia le deleghe agli assessori comunali



E' stato pubblicato oggi sull'Albo pretorio (CLICCA QUI) il decreto con cui il sindaco ha riassegnato le deleghe agli assessori comunali. L'assetto resta sostanzialmente come prima tranne alcuni cambiamenti impossibili da non notare.

Nicola Ricci perde la delega “tutela della salute” che passa ad Angelo Palmisano. Viceversa, da Palmisano a Ricci, passa la delega “Impiantistica sportiva”.




Chi però subisce un taglio consistente di deleghe è l'assessore Daniele Gioia che perde Polizia municipale, Sicurezza urbana, Parcheggi e traffico, Viabilità, Tutela della legalità, Protezione civile e Mobilità urbana (che sono tutte avocate direttamente al sindaco). A Palmisano, Gioia deve inoltre cedere "Attività produttive" e gli restano Ambiente, Servizio periferia e agro, Servizi cimiteriali.

Lasciatemelo dire e lo affermo non certo perchè siamo parenti ma perchè lo penso veramente: al di là delle differenze politiche e delle imperfezioni che ognuno di noi ha, credo che Daniele Gioia, da assessore, si sia dimostrato uno dei rappresentanti dell'amministrazione più attivi, validi e impegnati nel suo compito amministrativo. Poi nessuno di noi è perfetto, ci mancherebbe, però credo che quella di oggi sia stata una scelta surreale e incomprensibile dal punto di vista politico e amministrativo.



marzo 2016

Manifestazione in piazza Sant'Antonio



Questa mattina in piazza Sant'Antonio si è svolta la V edizione della Giornata cittadina della memoria e dell’impegno, promossa dal Presidio cegliese di Libera, da Libera Brindisi, dalla Flai eCgil Brindisi, dalla Flai Cgil nazionale, patrocinata dal Comune di Ceglie M.ca.Protagonisti saranno gli studenti di tutte le scuole – i due Istituti Comprensivi e l’I.I.S.S “Agostinelli” – le realtà associative e le parrocchie. Clicca qui per il programma


La manifestazione è stata dedicata alle vittime pugliesi delle mafie e del lavoro sfruttato nei campi. Insieme ai familiari, sono state ricordate le donne cegliesi morte per caporalato nel 1980 e nel 1991.

Grazie a Donato Rapito per le immagini e i video.













CLICCA QUI
per i video




marzo 2016

Democrazia Cegliese annuncia querela



Ricevo richiesta di pubblicazione di due brevi comunicati firmati dagli esponenti del gruppo politico "Democrazia Cegliese" che preannunciano querele per diffamazione per una vicenda relativa a un post scritto su Facebook ieri da una terza persona. Quanto scritto in quel post è stato legittimamente e opportunamente smentito dalle persone interessate e l'autore delle frasi in questione se ne è pubblicamente scusato.



(In foto i tre consiglieri comunali di "Democrazia Cegliese")


Questi i due comunicati:


COMUNICATO 1

Con riferimento all'articolo gravemente denigratorio nei confronti del consigliere Perrino uscito sulla Bussola e ripreso da altri siti, Democrazia Cegliese denuncia il metodo volgare e calunnioso dell'attacco,precisa che nessun rimborso spese e'previsto per i consiglieri comunali e che il consigliere Perrino viaggia a sue spese e preannuncia azione legale in sede penale e civile con richiesta danni nei confronti dei responsabili operativi e politici de La Bussola e nei confronti di tutti coloro che hanno diffuso o diffonderanno tale calunnia

COMUNICATO 2

Democrazia Cegliese, preso atto della precipitosa marcia indietro del signor Gasparro che si dice reo confesso della diffamazione aggravata e della calunnia operata nei confronti del dottor Perrino e dell'intero nostro gruppo consiliare assumendosi l'intera responsabilità' del grave reato e mettendo al riparo Nicola Ciraci, ha dato mandato a primario studio legale affinché' siano perseguiti in sede penale e civile con adeguata richiesta risarcitorie del grave danno d'immagine prodotto il suddetto Angelo Gasparro, i suoi eventuali partner politici e i titolari di alcuni siti in corso di identificazione che con colpevole leggerezza hanno propagato lo scritto diffamatorio della Bussola propalando la calunnia e accrescendo il danno.





Rispetto a questo post non saranno pubblicati commenti anonimi.

Chi ha da dire qualcosa si firmi. Se non se la sente, pazienza.
Sopravvivremo.







marzo 2016

mercoledì 30 marzo 2016

Difendiamo la nostra terra, dagli ulivi al mare







Sabato 2 aprile  ore 22 
Petra Live Music Club
via Pietro Elia, 72013 Ceglie Messapica


Sabato 2 aprile la programmazione del Petra continua con il Salento che incontra Le Puglie, le Murge e la Valle D’Itria,in un connubio musicale e culturale rivolto alla difesa e tutela della nostra terra, dagli ULIVI al MARE da Taranto a Brindisi passando per Lecce con un unico grido #DIFENDIAMOLANOSTRATERRA. Il progetto artistico propone un concerto costruito su canti e balli della tradizione salentina: dalle frenetiche pizziche ai canti di lavoro, dalle serenate ai canti d’amore tramandati da uomini e donne del mondo contadino del Salento del secondo dopoguerra. 


Il progetto di Anna Cinzia Villani, è stato presentato nei più importanti contesti della world music europei: al Karneval der kulturen di Berlino, alla Belleviloise a Parigi, al Forde Festival in Norvegia ed è reduce dal successo del Womad, il più importante festival internazionale di world music ideato da Peter Gabriel.


Basandosi sulla sua ricerca di storie accolte negli anni dalla viva voce, Anna Cinzia Villani propone canti al femminile della tradizione musicale salentina e composizioni inedite, in equilibrio tra la naturalezza espressiva della tradizione e i linguaggi sonori contemporanei.
In questo percorso sonoro le donne sono alla base della difesa materna della nostra TERRA.

Il quintetto è formato da : 

Annacinzia Villani- voce e tamburo
Annamaria Bagorda- organetto diatonico
Eufemia Mascolo- contrabbasso 
Roberto Chiga- percussioni etniche
Attilio Turrisi- chitarra classica e chitarra battente






marzo 2016

FORZA, VITO!





Altro obiettivo in vista per l’atleta cegliese Vito Urso. Il nuotatore classe 1995 sarà impegnato il 9 e 10 Aprile a Bari per i campionati assoluti regionali indoor. Vito Urso si presenta da campione in carica, altro motivo per fare bene: “Le prossime gare che affronterò saranno molto competitive”, commenta Vito Urso. “Per quanto mi riguarda rappresentano una tappa importantissima in questa stagione perché gli assoluti sono l’evento più importante in Regione e soprattutto perché ho un titolo regionale da difendere. Mi sento in forma ed il mio allenatore, Maurizio Vilella, in queste settimane ha preparato un programma di allenamento accurato in vista di queste gare. La voglia di far bene è quindi tanta”.

per leggere tutto







Se invece clicchi chi
puoi rileggere tutti i post precedenti su questio giovane campione.





marzo 2016

I consiglieri Gianfreda, Antelmi e Perrino chiedono una commissione di inchiesta






Ricevo e pubblico il seguente comunicato
dei consiglieri comunali di Democrazia Cegliese:

Ieri  29 marzo 2016 si è tenuto un Consiglio Comunale in cui è emersa una scarsa organizzazione ed una continua approssimazione della macchina amministrativa cegliese. Tra le varie problematiche che attanagliano i cegliesi, noi di Democrazia Cegliese volevamo e vogliamo vederci chiaro su ciò che succede intorno al servizio della raccolta rifiuti. Abbiamo chiesto delucidazioni in merito alla iniziativa della ditta di modificare il servizio di raccolta porta a porta che dallo scorso 21 marzo prevede che il metallo sia conferito con il vetro, senza informare e motivare adeguatamente tutti i cittadini cegliesi. Se da un lato abbiamo apprezzato la sincerità del Sindaco Caroli di condannare la stessa ditta per l’iniziativa presa “..per avere sbagliato i tempi ed i modi” affermando contestualmente che qualcosa in più può dircelo l’assessore al ramo Gioia Daniele (assente ieri in consiglio e quindi aspettiamo un suo chiarimento anche per scritto), dall’altro lato denunciamo questo modus operandi della ditta che, come contestato anche ieri da altri consiglieri comunali, crede di poter gestire il servizio, per il quale il cittadino cegliese paga un canone già esoso, come meglio crede e nel proprio interesse. A tal proposito, per l’ennesima volta, abbiamo sollevato delle perplessità circa tutto ciò che ruota intorno al servizio aggiuntivo, visto anche che nulla è cambiato in merito al servizio erogato, ai mezzi ed al personale impiegato negli ultimi mesi, nonostante dallo scorso dicembre non vi sia stata alcuna liquidazione a favore della ditta. Che da ditta ci abbia fornito un servizio gratuito negli ultimi mesi? A noi sembra strano visto anche che, come riportano le relative determine, per i servizi aggiuntivi la ditta si avvala di ulteriori mezzi e forza lavoro. Chiediamo quindi all’assessore al ramo di voler chiarire il tutto riservandoci sin da subito di valutare la possibilità di chiedere una commissione di inchiesta sull'intero servizio di raccolta rifiuti.


Gruppo DEMOCRAZIA CEGLIESE
Gianfreda Giovanni - Antelmi Marcello - Perrino Angelo











marzo 2016

Tutelare l'olio di qualità






Ricevo e pubblico questo comunicato dell'on. Nicola Ciracì.



"Oggi è più che mai necessario tutelare le nostre produzioni tipiche di qualità, con particolare riguardo a quella dell’olio d’oliva vergine ed extravergine". Lo dichiara l’On. Nicola Ciracì (CoR – Conservatori e Riformisti), componente della XIII Commissione Agricoltura della Camera e primo firmatario di una risoluzione parlamentare finalizzata a impegnare il Governo ad adottare ogni più opportuna iniziativa che muova in questa direzione. Il documento, presentato ieri in Aula, prende le mosse dalla Relazione della Commissione parlamentare d’inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo, relazione che approderà entro questa settimana a Montecitorio. Lungi dal mantenersi sul generico, l’On. Ciracì e gli altri suoi colleghi firmatari suggeriscono al Governo tutta una serie di misure preventive utili allo scopo


Nello specifico:

- L’indicazione obbligatoria per gli oli d’importazione della classificazione merceologica e delle analisi chimico-fisiche e organolettiche da redigere alla partenza e indicate sul Documento di trasporto, sia in forma cartacea che telematica così che si possa conoscere in anticipo provenienza, modalità di viaggio e destinatario del prodotto;

- Un maggiore coordinamento tra le diverse istituzioni – Capitanerie di Porto, Autorità Doganali e Istituto centrale qualità e repressione frodi (ICQRF) – competenti per i controlli in ambito portuale. A tal proposito, si rende opportuno la creazione o comunque l’integrazione del sistema SIAN (Sistema informativo agricolo nazionale) con una certificazione sul “trasporto” dell’olio, sulla falsariga di quella già adottata per il comparto vinicolo;

- L’immediata entrata in funzione del RUCI (Registro unico dei controlli ispettivi) sulle produzioni agroalimentari vigilate, la cui adozione era stata già annunciata dal Ministero delle Politiche agricole e forestali lo scorso 7 maggio 2105, e/o in subordine l’istituzione o integrazione al RUCI di un Registro nazionale delle rese produttive degli oliveti, il cui ruolo sarà quello di riportare il valore “teorico massimo” o le “stime” circa le capacità produttive olivicole annuali, anche in funzione delle differenti varietà presenti sul territorio nazionale. Ciò consentirebbe di stabilire la capacità produttiva olivicola nazionale e di valutare l’eventuale autorizzazione all’approvvigionamento di materie prime o prodotti lavorati dall’estero, scongiurando sovrapproduzioni ingiustificabili che potrebbero destabilizzare l’economia del comparto;

- L’implementazione della ricerca scientifica e dello studio di soluzioni tecnologiche innovative, che possano realmente essere utilizzate per tutelare il Made in Italy, non soltanto in sede penale, ma pure con analisi di routine per superare la dannosa piaga dell’ “olio di carta”. Ciò, anche partendo dalle attuali conoscenze genomiche sull’olio extravergine d’oliva: nel 2014 si è concluso il progetto “Certolio” (Certificazione della composizione varietale, dell’origine geografica e dell’assenza di prodotti di sintesi negli oli extravergini di oliva), finanziato dal Ministero dello Sviluppo economico, che ha permesso di compilare un database contenente i profili molecolari dell’85 per cento delle varietà di olivo italiane. Codificare attraverso uno strumento legislativo efficace l’utilizzo dell’analisi del DNA quale prassi ordinaria per accertare l’identità degli oli, diventa indispensabile se davvero si vuole tutelare la tracciabilità del vero extravergine d’oliva e contrastare le, purtroppo sempre più numerose, contraffazioni.

Una posizione, quella del deputato Ciracì, condivisa e sottoscritta da altri dieci suoi colleghi di CoR: Rocco Palese, Trifone Alfieri, Maurizio Bianconi, Daniele Capezzone, Gianfranco Giovanni Chiarelli, Massimo Enrico Corsaro, Antonio Distaso, Benedetto Francesco Fucci, Cosimo Latronico e Roberto Marti. 



marzo 2016

Consiglio comunale, Il giorno dopo



Ieri pomeriggio il Consiglio comunale.


Scrive Maria Gioia questa mattina sul Quotidiano:


"E' stato un consiglio comunale breve ma intenso quello di ieri a Ceglie Messapica. E questo anche perchè sono state notate alcune scosse interne alla maggioranza a sostegno del sindaco Luigi Caroli. Scosse arrivate direttamente dal banco del capogruppo della lista "Io sto con Caroli", l'ex assessore Riccardo Manfredi, e da quello del capogruppo Francesco Locorotondo, che non hanno nascosto un tono critico nei confronti dell'amministrazione comunale. Nel corso dell'assise, inoltre, le opposizioni (Democrazia Cegliese, Sel e Pd) hanno lasciato l'aula per la votazione sulla legittimità dei debiti fuori bilancio".



marzo 2016

UNA CAMMINATA ROSA A CEGLIE





Camminata Rosa

Domenica 3 aprile dalle ore 9:30 alle ore 12:30
Ceglie Messapica


Una camminata a sostegno della ricerca sul tumore al seno. Ceglie Messapica si tinge di rosa domenica 3 aprile grazie alla collaborazione di Associazione Gioia, Atletica Ceglie Messapica, Amici del Borgo Antico, Bicilona e Rotaract Club. 

Una camminata non competitiva in un circuito cittadino di circa 3 km da effettuarsi a piedi, accompagnati dalla Famiglia, dagli amici o dal proprio amico a quattro zampe o in bici. Si attraverserà il centro storico per ammirare le bellezze architettoniche della città messapica, partendo da Piazza Sant'Antonio ( ore 9:30) per arrivare in Piazza Plebiscito ( ore 12:30 circa). 

La quota simbolica d'iscrizione sarà devoluta alla LILT sezione provinciale di Brindisi. È possibile prendere una maglietta, palloncini e fiocchi rosa fino ad esaurimento scorte. 
Le iscrizioni potranno effettuarsi anche nei giorni venerdì 1 e sabato 2 aprile, dalle ore 17 alle ore 19, presso la sede de "Amici del Borgo Antico" in Piazza Vecchia a Ceglie Messapica.






Due sono i circuiti previsti, da effettuarsi una sola volta:
Circuito pedonale di circa 2 km: Piazza Sant'Antonio (partenza), Corso Garibaldi, Piazza Plebiscito, si prosegue per Chiesa Madre, Arco Antelmy, visita guidata nel centro storico, Via Muri direzione via Sant'Anna, incrocio semaforico via Martina, svolta a sinistra per la Chiesa di San Rocco, Corso Verdi, via Francesco Argentieri, via Cristoforo Colombo, Strada Provinciale 23 (zona Moretto), via Moretto, incrocio semaforico via Martina, svolta a destra direzione via San Rocco, Corso Garibaldi, Piazza Plebiscito (arrivo);

Circuito ciclistico di circa 3 km: Piazza Sant'Antonio (partenza), Corso Garibaldi, Piazza Plebiscito, si prosegue per Chiesa Madre, Arco Antelmy, visita guidata nel centro sorico, Via Muri direzione via Sant'Anna, incrocio semaforico via Martina, svolta a sinistra per la Chiesa di San Rocco, Corso Verdi, Vico 4° Monte, via Mancini, Villa Cento Pini direzione Viale Aldo Moro, svolta a destra direzione Centro Anziani (via Maresciallo Maggiore), via Daunia, incrocio via San Lorenzo, incrocio via Cristoforo Colombo, Strada Provinciale 23 (zona Moretto), via Moretto, incrocio semaforico via Martina, svolta a destra direzione via San Rocco, Corso Garibaldi, Piazza Plebiscito (arrivo).








Visualizzazione di anna tatangelo per lilt.png
Visualizzazione di anna tatangelo per lilt.png
marzo 2016

Sospese le attività del Teatro comunale






Aggiornamenti sul Teatro comunale da parte della compagnia Armamaxa.

Una notizia che di certo non può farci piacere.








Ci auguriamo tutti quanti di vedervi ripartire quanto prima, più carichi che mai.






Flashback

Cosa era successo?


per la notizia.






marzo 2016

martedì 29 marzo 2016

Turisti a Ceglie di Pasquetta




Pienone di turisti ieri in Valle d'Itria, in occasione della Pasquetta, in particolare nella vicina Ostuni, letteralmente presa d'assalto dai turisti (clicca qui). Ma anche la nostra Ceglie se l'è cavata bene. Ne parla oggi anche il Quotidiano:




E' andata bene anche nella vicina Ceglie: nella città d'arte e terra di gastronomia hanno sfilato anche alcuni pullman, dai più grandi fino a quelli più piccoli da nove posti, che si vedono di solito nelle più famose mete delle vacanze. Complice è stato certamente il bel tempo, perchè la giornata soleggiata, con un assaggio di primavera, ha baciato la bellezza della collina. 

Per i cegliesi, invece, in molti hanno preferito la gita fuoriporta al mare o il tradizionale pranzo luculliano in campagna. Ieri mattina poco prima dell'ora di pranzo erano in tanti i veicoli in coda agli ingressi della città, come via Ostuni o via Francavilla. Dato, questo, che conferma le previsioni positive sui flussi turistici nel week-end pasquale offerti dagli esperti del settore i dai siti specializzati in prenotazioni (...)

Tanto nella Domenica di Pasqua quanto ieri nella giornata del Lunedì dell'Angelo, lungo il dedalo di viuzze imbiancate del centro storico, nei pressi del belvedere del Monterrone, in piazza Plebiscito e Sant'Antonio si è notato un andirivieni di stranieri (inglesi, francesi, tedeschi e non solo) e italiani. Si tratta di giovani, anziani e famiglie, turisti di ogni età pronti a fermarsi nei ristoranti o a fotografare squarci suggestivi”.




Consentitemi una lode e un ringraziamento a tutti i ristoratori e operatori della gastronomia cegliesi, grazie al cui lavoro quotidiano la nostra città è ormai capitale indiscussa della gastronomia e terra di interesse per tanti ospiti che vengono qui e se ne innamorano.






marzo 2016

Consiglio comunale, La posizione del PD cegliese






Ricevo e pubblico:



Documento Circolo PD in vista del Consiglio comunale del 29 marzo 2016

In vista del Consiglio comunale del 29 marzo si è riunita la segreteria del Circolo PD composta, oltre che dal segretario Piermassimo Chirulli, da Maria Antonietta Spalluti, Domenico Biondi, Vito Caroli, Carlo Leo, Giuseppe Nisi. Alla riunione ha partecipato il consigliere comunale Rocco Marrazza.

Con riferimento al secondo punto all’ordine del giorno, il PD esprime contrarietà all’adesione alla Stazione unica appaltante della Provincia di Brindisi. Il Pd ritiene che sarebbe stato opportuno l’adesione alla Stazione unica appaltante della Valle d’Itria (pure in corso di costituzione). Alla Valle d’Itria ci accomuna la storia, le tradizioni, la cultura. Inoltre riteniamo che il brand Valle d’Itria sia uno straordinario volano per lo sviluppo turistico ed economico di Ceglie. 

Il PD ritiene che vi debbano essere sempre maggiori occasioni di reale collaborazione tra i Comuni della Valle d’Itria, e quella della Stazione unica appaltante sarebbe stata un’ottima opportunità. Non è certo con qualche foto sulla SS172 (come vuole farci credere qualche consigliere comunale di maggioranza) che si costruisce una sempre maggiore collaborazione con i Comuni della Valle d’Itria: la cooperazione si costruisce sulle cose concrete. Rileviamo ancora una volta l’incapacità della Giunta Caroli di fare rete sulle cose che contano.

Per quel che riguarda il terzo punto all’ordine del giorno, rileviamo con particolare soddisfazione che solo a seguito della presa di posizione dell’opposizione finalmente il Comune di Ceglie Messapica aderisce alle iniziative volte alla valorizzazione della cultura e della civiltà messapica.

Con riferimento al quinto punto all’ordine del giorno, il PD rileva che abolire del tutto le fideiussioni a carico dei proprietari dei suoli in zona P.I.P. sia un danno per tutti i cittadini cegliesi. Il PD riconosce le problematiche derivanti dall’attuale situazione economica. Ma segnala che il Comune di Ceglie - quindi tutti i cittadini - hanno sopportato spese ingenti per le opere di urbanizzazione della zona e che gli imprenditori interessati si erano assunti ben precisi impegni, per favorire sviluppo e occupazione. Scaricare solo sui cittadini l’inerzia degli imprenditori ci pare assolutamente non giusto. L’Amministrazione avrebbe potuto utilizzare altri strumenti eventualmente per ridimensionare l’importo della fideiussione, ma è inaccettabile che questa venga del tutto eliminata, liberando completamente gli imprenditori dagli impegni che avevano assunto nei confronti della collettività.

Con riferimento all’ottavo punto, si chiede che siano più trasparenti i criteri per i quali il Comune concede finanziamenti (diretti o indiretti) per iniziative di qualsivoglia genere, in modo che non vi possa essere neppure il sospetto che siano finanziate solo iniziative “comode” o organizzate da soggetti “amici” e siano ignorate le altre.
Infine, non è ben chiaro quali siano le società partecipate dal Comune: si chiede dunque un ulteriore approfondimento sul punto.



marzo 2016

"Si sono concretizzate le entrate comunali previste?"






Il presidente del Comitato per la Trasparenza e legalità, Tommaso Argentiero, scrive al Collegio dei revisori del Comune, alla sezione regionale della Corte dei Conti e all’Ispettorato Generale di Finanza evidenziando alcune perplessità contabili di una certa importanza.







Di seguito il testo della richiesta:


   Oggetto:  Rendiconto Bilancio  2014 del Comune di Ceglie  Messapica- Provvedimenti



Con verbale n. 92 del 26.05.2015 il Collegio dei Revisori del Comune di Ceglie Messapica esprimeva parere non favorevole all’approvazione della proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione dell’anno 2014.

Il parere  motivato da parte del Collegio dei Revisori trovava fondamento nel ritenere che  le entrate previste al capitolo 003140 “Sanzioni violazioni codice della stradaerano sovrastimate e che le entrate previste al capitolo 003800 “Introiti e Rimborsi diversi “ non erano in linea con l’art. 179 del TUEL.


Che le entrate previste dalle  sanzioni al Codice della Strada, di euro 161.066,00,  erano chiaramente sovrastimate era facilmente intuibile dal fatto che erano state calcolate al lordo della riduzione del 30%  prevista dalla legge e per l’accertato incassato al 31.12.2014 di soli   euro 81.203,62.  







In merito al capitolo di entrata per introiti diversi il  parere negativo riguardava la certificazione da parte del Responsabile di Area Lavori Pubblici che, alla chiusura  dell’esercizio 2014,  dava per “Liquidi,certi ed esigibili” la somma di euro 296.599,20 che sarebbe scaturita dalle sanzioni combinate alla ditta che gestisce l’appalto del servizio di raccolta rifiuti ,ATI Monteco-Cogeir. I Revisori nel loro verbale evidenziavano che la somma prevista aveva origini da accadimenti gestionali riferiti ad esercizi remoti e pertanto soggetti ad un elevato tasso di aleatorietà ,derivanti dall’incertezza del grado di esigibilità.

Il Consiglio Comunale di Ceglie Messapica, pur in presenza del parere negativo da parte del Collegio dei Revisori, approvava  la Delibera di Rendiconto 2014, prendendo atto di  una specifica nota del  Responsabile  dell’Area dei lavori pubblici che assicurava che la somma prevista sarebbe entrata nelle casse comunali già a partire dal mese di giugno 2015.

Questo Comitato cittadino  oltre a sollevare serie perplessità sull’aspetto  della trasparenza degli atti amministrativi prodotti dall’ente, evidenzia anche serie preoccupazioni sull’aspetto finanziario
Giungono voci inquietanti rispetto alla possibile  mancanza di liquidità di denaro presso la Tesoreria Comunale.  Tanti pagamenti vengono rinviati agli  esercizi finanziari successivi  creando un circolo vizioso che potrebbe essere drammaticamente esplosivo e di difficile rimedio. 

In merito si fa un esempio fresco di pubblicazione: con Determinazione n. 144 del 22.03.2016 “Impegno di spesa indennità Revisori dei Conti per gli anni 2014-2015” (clicca qui) è stata impegnata oltre la metà della somma necessaria dal redigendo Bilancio 2016. Questo, ovviamente,pone serie perplessità in merito alla correttezza e validità dell’atto amministrativo.

Ritornando all’argomento specifico della presente nota, si evidenzia  la reale possibilità  che le entrate, garantite  dai funzionari in sede di approvazione del Rendiconto 2014, non si siano realmente  concretizzate , cosi  come avevano indicato i Revisori e  alcuni Consiglieri Comunali di opposizione. Considerata tale situazione, questo Comitato Cittadino   ritiene  necessaria ed urgente   una  Vostra  verifica specifica in merito  agli  atti amministrativi riferiti al Rendiconto 2014 ed una profonda analisi  su tutta la situazione finanziaria del Comune di Ceglie Messapica, prima che sia troppo tardi.

Si chiede, inoltre, che siano comunicati a questo Comitato Cittadino eventuali segnalazioni e provvedimenti.

Si allega alla presente: copia del Verbale n.92 del 26.05.2015 del Collegio dei Revisori
                                                                                                        

Con osservanza,
                                                                                                            Tommaso Argentiero

Presidente del Comitato Cittadino Volontario per la Trasparenza e Legalità 
degli atti amministrativi del Comune di Ceglie Messapica.


Ceglie Messapica 24.03.2016
  



marzo 2016

lunedì 28 marzo 2016

Un evento messapico più raro che unico



Domani mattina, martedì 29 marzo

a mezzogiorno si riunisce il Consiglio comunale.





potete trovare l'elenco delle volte che si è riunito il Consiglio comunale dalle elezioni ad oggi.





Questi gli argomenti di discussione e voto all'ordine del giorno:


  1. Approvazione verbali sedute precedenti del C.C.
  2. Adesione Stazione Unica Appaltante Provincia di Brindisi. Approvazione bozza di convenzione e autorizzazione alla sottoscrizione.
  3. Convenzione per lo svolgimento coordinato di attività svolte alla valorizzazione ed alla promozione delle testimonianze archeologiche delle attività messapiche.
  4. Concessione in uso dell'immobile comunale classificato nel catasto fabbricato al foglio 71, particella 1538, sub 1, 2, 3 sita in Via M.llo V. Maggiore civico 44, 46. Atto di indirizzo.
  5. Approvazione regolamento per la vendita dei suoli nella zona P.I.P.
  6. Riconoscimento legittimità dei debiti fuori bilancio.
  7. Fondo per lo sviluppo e coesione 2007 - 2013 - Delibera C.l.P.E. n. 92/2012 DGR n. 2787 del 14.04.2012 - Settore Area Urbana - Accordo di programma Regione Puglia - Comune di Ceglie Messapica (BR). Approvazione ai soli fini urbanistici del progetto di REALIZZAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA SOVVENZIONATA''. Ai sensi dell'art. 12 della Legge regionale n. 3 del 22/02/2005.
  8. Criteri organizzativi per la concessione del patrocinio comunale, per l'autorizzazione
    all'utilizzo dello Stemma Comunale.
  9. Intitolazione della Biblioteca Comunale al Poeta concittadino Pietro Gatti.
  10. Adesione all'Associazione tra Enti Locali. Avviso Pubblico.
  11. Istituzione Premio "Pietro Gatti".
  12. Piano di Razionalizzazione delle Società partecipate - Articolo 1 Comma 611 e seguenti della Legge 190/2014. Relazione anno 2015.

Rispetto a quest'ultimo argomento, dalla sezione "Amministrazione trasparente" del sito istituzionale comunale, risulta che al dicembre 2014 il Comune di Ceglie Messapica non avesse società partecipate. (clicca qui)






marzo 2016

Nuovi orizzonti, a Ceglie Messapica




Nella serata di sabato 02 aprile 2016, in occasione dell'apertura della settimana della Misericordia, dedicata ai giovani: le quattro Parrocchie di Ceglie Messapica vi invitano a partecipare ad un concerto-testimonianza organizzato dalla comunità "Nuovi Orizzonti". Il concerto si svolgerà in Chiesa Madre.






La Comunità Nuovi Orizzonti è un movimento fondato da Chiara Amirante, nato nella Chiesa Cattolica, che ha l'obiettivo di intervenire in tutti gli ambiti del disagio sociale, realizzando azioni di solidarietà a sostegno di chi vive situazioni di grave difficoltà. Un impegno importante fin dal suo nascere è nella nuova evangelizzazione, con diverse metodologie di evangelizzazione di strada strutturatesi dagli anni Novanta ad oggi, in particolar modo con delle specifiche missioni di strada. Clicca qui





Nel video, molto emozionante, Chiara Amirante racconta, nella trasmissione "La strada dei miracoli", come è nato "Nuovi Orizzonti",











marzo 2016

Commenti

Commenti