F F Tribuna Libera: marzo 2012

sabato 31 marzo 2012

CEGLIE: ... E IL SINDACO SFIDA LA SUA GIUNTINA


"Le deleghe sono come i calzini, le puoi cambiare quante volte vuoi.

Siamo macchine da guerra …"

(Luigi Caroli, sindaco di Ceglie Messapica, 30 marzo 2012)





Sul Quotidiano in edicola questa mattina, Maria Gioia raccoglie le considerazioni del sindaco in merito alla conclusione della surreale crisi amministrativa cegliese conclusasi ieri con una piccola modifica di alcune delle deleghe degli assessori già riconfermati (sostanzialmente non ci sono stati grandi cambiamenti ad eccezione della mancata nomina del vicesindaco).


LA PROVA

L'ho sempre detto: non ero contento della quantità e della qualità del lavoro che gli assessori svolgevano anche se nessuno di loro ha mai provocato problemi all'amministrazione. Intanto ho fatto capire loro cosa vuol dire passare da una bella situazione ad una brutta. Quando c'ero solo io al Comune non si notava la differenza rispetto a quando c'erano gli assessori”.

Concordiamo col sindaco: neanche noi cittadini eravamo contenti e non si vedeva nessuna differenza. Ma se il giudizio è così duro ci chiediamo perchè abbia riconfermato tutti gli assessori in blocco. Boh.........



LA SFIDA

Ora li sfido. Se non mi daranno quello che io e la città ci aspettiamo, probabilmente vorrà dire che il mio segnale non sarà stato recepito. Insomma, quando sono in municipio devono essere delle macchine da guerra, altrimenti ...”

Il Quotidiano spiega che infatti tra 6 mesi dovrebbe esserci una nuova verifica per accertare chi ha dato il massimo e chi no. Ricominceremo quindi con tutto questo teatrino durato settimane e che non ha portato a nulla?



Per favore, risparmiatecelo e provate ad amministrare davvero questa città se ci riuscite, altrimenti traetene le conseguenze politiche.



marzo 2012

venerdì 30 marzo 2012

Finalmente i nuovi assessori del Comune di Ceglie





Non ci crederete ..........


Dopo un mese e mezzo di attesa per la crisi di amministrazione più ridicola degli ultimi 30 anni, sono state ri-assegnate le deleghe agli assessori comunali cegliesi. Fidatevi, non è un pesce d'aprile con qualche ora in anticipo.

Gli assessori, come tutti sapete, sono sempre gli stessi. Cambia il vicesindaco (la cui nomina è stata rinviata, giusto per non perdere altro tempo...)

Il sindaco prende per sè la delega ai Lavori Pubblici e mantiene quella alla Cultura.



Niente di particolare comunque, tranquilli. Hanno soltanto scambiato una piccola parte delle varie deleghe degli assessori.

ECCO LE NUOVE DELEGHE ASSESSORILI:


Luigi Caroli - SINDACO
Affari Legali, Tutela della salute, Controllo interno di gestione, Attuazione del programma di Mandat, Semplificazione della struttura amministrativa, Innovazione Tecnologica, Attività culturali.
Coordinamento L.S.U. - Lavori pubblici - Espropri.

CESARE EPIFANI
Toponomastica - Polizia Municipale e Sicurezza Urbana- Mobilità Urbana - Gestione del personale e Politiche delle Risorse Umane.

LORENZO ELIA
Ambiente - Ecologia - Energia Alternative - Protezione civile - Rapporti con l’Area Vasta.

VITO SANTORO
Agricoltura - Caccia e zootecnia - Tutela animali - Servizi nelle periferie e nell’agro - Edilizia scolastica - Impiantistica sportiva.

ANGELO PALMISANO
Politiche Turistiche e Ricreative - Marketing Territoriale - Promozione dei prodotti locali - Comunicazione Istituzionale- Politiche Sociali e Giovanili- Associazionismo - Promozione sportiva - Attività Produttive.

PIETRO GALLONE
Bilancio - Politiche Tributarie e Tariffarie - Affari Generali e Contratti.

EMANUELA GERVASI
Urbanistica- Programmi di rigenerazione e riqualificazione urbana- Gestione del Patrimonio - Arredo Urbano - Servizi cimiteriali - Politiche Comunitarie - Politiche scolastiche - Pari Opportunità - Verde pubblico.







Ci chiediamo soltanto, da cittadini, se era proprio necessario fare tutto 'sto casino e far aspettare un mese e mezzo la città senza una Giunta.






Curiosità: come mai avranno accelerato all'improvviso?
Sarà perchè per domani qualcuno prevede l'arrivo di un asteroide?




marzo 2012

Nati per essere felici





Importante appuntamento in vista della Pasqua per i giovani della Diocesi di Oria: infatti sabato 31 marzo 2012 si terrà la Giornata Mondiale della Gioventù Diocesana. L’evento, promosso dal Servizio Diocesano di Pastorale Giovanile si terrà a Francavilla Fontana (Br).

I giovani di Oria, Avetrana, Ceglie Messapica, Erchie, Francavilla Fontana, Latiano, Manduria, Maruggio, Sava, Torre Santa Susanna, Uggiano Montefusco e Villa Castelli condivideranno dunque la propria vita di fede intorno al vescovo Vincenzo Pisanello, che presiederà il raduno incentrato sul tema “Siate lieti nel Signore” da cui il titolo della GMG diocesana: born to be happy.

Leggi tutto il comunicato





marzo 2012

Ceglie: COMUNICATO STAMPA DELL'UDC



Ricevo e pubblico questo comunicato stampa del gruppo UDC in Consiglio comunale.




Ormai nella nostra città non si capisce più nulla. Il Sindaco dopo aver azzerato la giunta per oltre un mese è stato costretto a rinominare gli stessi assessori. Se lui stesso si è lamentato del lavoro degli assessori, come mai ha rinominato dopo tanto tempo gli stessi? Il governo Monti si è fatto in molto meno tempo e sta governando adottando importanti e difficoltosi provvedimenti... Con una maggioranza, invece, monocolore non si riesce ad amministrare un Comune di 20000 abitanti!

Certo, non vogliamo paragonare ma è opportuno però fare alcune considerazioni. Noi riteniamo che il Sindaco sia "ostaggio" di alcuni che volutamente lo fanno sbagliare. C'è una volontà occulta di creargli intorno un alone di superficialità, impreparazione,incompetenza e il suo atteggiamento, molte volte arrogante, non glielo fa capire. Ci troviamo quindi di fronte ad una situazione di confusione che porta l'amministrazione a commettere tanti e tali errori da far rabbrividire anche il più sprovveduto degli amministratori. E' possibile che i consiglieri di maggioranza non si rendono conto della situazione?

Anche perchè non si capisce quali siano, oltre a tanti evitabili errori, i risultati amministrativi di questa maggioranza a due anni dall'insediamento. Negli ultimi tempi, l'UDC,ha tenuto un atteggiamento costruttivo per il bene dei cittadini, ma non vogliamo assistere alla deriva e al declino inesorabile della nostra città .

Ci permettiamo di sottolineare alcune questioni che sono evidenti ai più:
1) La macchina amministrativa non va;
2) La eccessiva esternalizzazione ha portato aggravio di spesa, inefficienza e disservizi;
3) La gestione dei lavori pubblici e dell'urbanistica è approssimativa e lacunosa;
4) Il servizio di nettezza urbana è costato, stranamente, troppo nel 2011 a carico dei cittadini che per questo hanno pagato la tassa sulla bolletta Enel.

Siccome queste ed altre questioni richiedono urgente risoluzione,chiediamo al Sindaco di svincolarsi dalla morsa “mortale” che lo sta logorando danneggiando la città. C'è bisogno di autorevolezza. E' questa che chiediamo!

Ceglie Messapica,li 30/03/2012


I Consiglieri
Antonio Piccoli
Francesco Locorotondo
Domenico Convertino
Ciro Argese


_____________________________________________________________________


E, a proposito di errori, ieri avevamo lanciato il grande QUIZZONE MESSAPICO













marzo 2012

giovedì 29 marzo 2012

Quiz messapico: trova l'intruso


Oggi vi propongo un piccolo quiz.




Partiamo da un atto amministrativo, la determina n.176 del 15-03-2012 dell'Area Pianificazione del territorio, pubblicata nell'albo pretorio del Comune.

Il gioco consiste nel trovare la "stranezza"del testo.

L'oggetto è un impegno di spesa per il verde pubblico, "Manutenzione parchi e Giardini".


Ecco il testo del preambolo:

- Considerato che per la manutenzione di vie e piazze interne all’abitato è necessario eseguire lavori mediante l’opera dei Lavoratori Socialmente Utili ed acquistare materiale vario (fiori, piante, vasi, pittura, terreno vegetale, attrezzi da giardinaggio, ecc.).

- Considerato, inoltre, che in alcuni casi si rende necessario il nolo di mezzi meccanici per lavori di spietramento, spianamento zone scoscese e ricarica di terreno vegetale, predisposizione buche per la piantumazione delle piante negli spazi destinati a verde pubblico.

- Visto che le piante, il materiale di che trattasi saranno acquistati da ditte specializzate del settore e il nolo dei mezzi meccanici da ditte locali, previo concordamento dei relativi prezzi e saranno liquidate su presentazione di regolari fatture.

- Visto, inoltre, che periodicamente il Servizio Veterinario, innanzi specificato, trasmette a questo Ufficio le relative fatture di apposizione microchip ai cani randagi di cui sopra;

Ritenuto dover impegnare, per i motivi innanzi esposti, la somma di €. 6.500,00 per le forniture specificate da ditte locali specializzate, nel dettaglio dalle seguenti ditte:

ecc.ecc.


TROVATE L'INTRUSO





Ai vincitori ricchi premi morali.



marzo 2012

SBOLLIMENTI



Leggiamo sulla Gazzetta del Mezzogiorno oggi in edicola:

Chiusura forzata per il Laboratorio Urbano “Mac900” di Ceglie Messapica. Rimandati, a data da destinarsi, i “lievi lavori migliorativi ed aggiuntivi” che interessavano la struttura di via San Paolo della Croce, così come specificato nella determina n. 180 del 15 marzo scorso, a firma del responsabile del procedimento, Michele Maurantonio.

Sembra, infatti, che dopo un controllo sulla regolarità degli stessi da parte dei Carabinieri e degli Ispettori dello Spesal di Brindisi, ovvero il servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro, sarebbero state riscontrate alcune irregolarità, tra le quali, la più importante, che a lavorare all'interno della struttura ci fosse una ditta differente da quella che si era regolarmente aggiudicata la gara per un compenso di circa 20mila euro. Inoltre, sembra che i lavori in questione fossero già iniziati da qualche giorno senza che la ditta fosse stata autorizzata a farlo, prima della pubblicazione della determina”.


L'articolo completo lo potete leggere sulla Gazzetta.



Vuoto di memoria



Leggiamo, sempre sulla Gazzetta, che è in fase di ultimazione la realizzazione di un centro sportivo in zona Insarti. Sarà composto da due campi da bocce coperti, un campo per pallacanestro e pallavolo e un campetto per il calcetto. Un progetto molto importante per la città.

Leggiamo la dichiarazione di soddisfazione del sindaco:

E' una realizzazione importante che abbiamo fortemente voluto e che è il primo segnale che noi diamo alle famiglie che in questo popolatissimo quartiere vive".

Naturalmente, ancora una volta, neanche una parola sul fatto che i finanziamenti per questa (come per altre opere) nell'ambito dei progetti PIRP furono ottenuti nel periodo della precedente giunta di centrosinistra guidata dal prof. Pietro Federico.

Clicca qui (dal sito di Angelo Palma)



Comunicato stampa congiunto di SEL (comunale e provinciale)



"Ci sono voluti più di trenta giorni per avere una “nuova” giunta ... Lo stato d’animo, il disagio e l’isolamento in cui versa il Sindaco, non giustifica assolutamente il fatto che lui si appropri di progetti e di atti prodotti dai suoi predecessori: tutti i cantieri aperti e quelli che apriranno prossimamente sono il frutto di progettazione e di finanziamenti della passata Amministrazione Comunale. Dichiarare alla stampa che tutto è il frutto del proprio lavoro è falso e inaccettabile. Siamo disponibili, se il Sindaco vuole, “a presentarci davanti ad un notaio” ed a tutti gli organi di informazione per dimostrare chi ha firmato quelle proposte progettuali e chi ha ottenuto quei finanziamenti. Gli unici atti prodotti da questa Amministrazione Comunale, con ingiustificabile ritardo, sono stati i bandi di gara per l’affidamento di questi lavori, ognuno dei quali presenta seri problemi."... Clicca qui per continuare a leggere



E stasera ...........

“CONCERTO DA CAMERA”
… e i fichi maritati!!!



Clicca sull'immagine per saperne di più.



Il silenzio è d'oro.

"Non è vero che siamo lontani dai cittadini. Tutti noi [membri del governo] abbiamo un passato da cittadini ..." (Antonio Catricalà, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio).



marzo 2012

mercoledì 28 marzo 2012

PORNOGRAFIA


Sembrerebbe uno scherzo, in realtà è tutto vero.

Questo è un comunicato dell'ufficio stampa di uno dei candidati sindaco alle prossime elezioni comunali a Taranto.

TARANTO – Mentre l’intera alleanza del centrodestra, è costretta ad incassare il niet dell’imprenditrice Maria Teresa Basile non più disposta a guidare la sopra indicata coalizione, Noi di Taranto Svegliati pur non avendo una colorazione politica ed essendo apartitici invitiamo i big provinciali di Pdl ed UDC di non trascurare la possibilità di candidare a Sindaco della città dei Due Mari la venere polacca Amandha Fox reduce dal successo ottenuto nelle primarie della settimana scorsa contro la marchesa dell’hard Luana Borgia. Leggi tutto


Nel frattempo nel web si diffonde il rumour che anche un'altra star dell'hard, Rocco Siffredi, sia pronto a fare il salto nel mondo politico, candidandosi a sindaco di Palermo. In realtà è una bufala lanciata a scopo di provocazione ma, viste le recenti evoluzioni della politica (di cui parlavamo anche prima) si fatica a non ipotizzarla verosimile.

Di certo, al riguardo, qualcosa da dire ce l'ha anche il nostro amico Pinuccio, al secolo Alessio Giannone.





Lo scandalo vero

Diciamo poi che ormai difficilmente queste notiziole sono in grado di creare un effetto”scandalo”. La realtà – dalle notti di Arcore, ai bunga bunga delle ragazze dell'Olgettina fino alle pseudo nipotine minorenni di Mubarak – ci ha assuefatti a ben altro. Purtroppo. Queste uscite al confronto sono acqua fresca.

Una delle cose che invece dovrebbe scandalizzare è il testo di quella che potrebbe essere la nuova legge elettorale, frutto dell'accordo tra Pd, Pdl e Udc. Questa è vera pornografia istituzionale.

Vuoi sapere perchè? Clicca qui







marzo 2012

Iniziativa di solidarietà


Ricevo e pubblico volentieri:


SII  SOLIDALE CON UN UOVO PASQUALE!!!!!!


Domenica 1° Aprile, a partire dalle ore 9, l'Associazione "PR.I.S.M.A" sarà presente in Piazza Sant'Antonio per distribuire uova pasquali.

Il ricavato dell'evento sarà devoluto in beneficienza alla Caritas.

Aiutiamo chi ha bisogno!



marzo 2012

martedì 27 marzo 2012

CEGLIE: Richiesto intervento urgente per la sicurezza del Castello






RICEVO E PUBBLICO



- Al Sindaco

e p.c.

- Al Presidente del Consiglio Comunale

- Al Segretario Generale

COMUNE DI CEGLIE MESSAPICA





Oggetto: Richiesta convocazione Commissione Consiliare con O.d.G. “Condizioni statiche del Castello Ducale”



Premesso che:

- l’Amministrazione Comunale di Ceglie Messapica nel 2009 ritenne opportuno predisporre una valutazione sulle condizioni statiche di sicurezza del Castello Ducale;

- con Determina n. 423 del 30.06.2009 fu dato incarico allo Studio Vitone & Associati di espletare un’indagine preliminare di verifica delle condizioni statiche del torrione e del mastio del Castello Ducale;

- i tecnici incaricati constatavano la presenza di significativi segni di dissesto delle strutture murarie: particolarmente evidenti in corrispondenza dei fronti della monumentale torre merlata e nella parte centrale di uno dei lati della torre (via P. Elia) notavano una marcata lesione ad andamento verticale;

- i tecnici incaricati evidenziarono la necessità di sottoporre il torrione del Castello ad un monitoraggio strumentale che consentiva di controllare l’evoluzione nel tempo dell’attuale quadro fessurativo e segnalare eventuali situazioni di pericolo. La proposta dell’effettuazione del monitoraggio rispondeva ad una prioritaria necessità, che nelle more dell’approfondimento delle problematiche statiche, che richiedevano tempi non certamente brevi, costituiva l’unica ragionevole misura cautelare da porre in atto per garantire il costante controllo della situazione ed evitare rischi per la pubblica incolumità.


Considerato che:

- la nuova Amministrazione Comunale non ha ritenuto dare continuità amministrativa alla verifica sulle condizioni statiche di sicurezza del Castello Ducale determinata dai precedenti atti tecnici ed amministrativi;


- con Determina n. 696 del 30.12.2011 il Responsabile dell’Area Pianificazione del Territorio affidava all’arch. Luisa Parisi incarico per il rilievo geometrico dell’intera struttura torre del Castello Ducale compresi edifici e strutture adiacenti;


- Siamo venuti a conoscenza che ultimamente si sono verificati all’interno della torre del Castello alcuni crolli che destano serie preoccupazioni sulla sicurezza statica dello storico edificio della nostra città.



Tutto ciò premesso e considerato,

si rende necessario determinare una seria ed efficace azione amministrativa finalizzata alla salvaguardia del Castello Ducale ed evitare rischi per la pubblica incolumità.


Si chiede

la convocazione urgente della Commissione Consiliare competente, con la presenza dei tecnici del Comune e dell’arch. incaricato al rilievo geometrico, per fare un’analisi della situazione sullo stato del Castello Ducale e valutare le necessarie azioni da intraprendere per assicurarne la sicurezza statica.


Ceglie Messapica 27.03.2012


Tommaso Argentiero
Consigliere Comunale “Noi con Federico



marzo 2012

I diritti dovrebbero essere uguali per tutti


Una delle notizie politiche “calde” degli ultimi tempi è certamente il dibattito sulla volontà del governo di riformare l'art. 18 dello Statuto dei lavoratori. Come sapete, tale articolo oggi prevede che se un lavoratore (dipendente in un'azienda con oltre 15 dipendenti) viene licenziato senza una giusta causa, accertata dal giudice del lavoro, il datore di lavoro ha l'obbligo di reintegrare il lavoratore nel posto di lavoro.



Il Governo ha ritenuto di riformare profondamente questo articolo dando vita e ciò ha inevitabilmente causato un dibattito tra partiti, società civile e soprattutto sindacati, molto duro. Ma non vogliamo oggi entrare nel merito della questione, vogliamo approfondire un aspetto in particolare.


Quello dell'obbligo di reintegro per un lavoratore ingiustamente licenziato è un principio sacrosanto, che bene fanno i sindacati a difendere. Non c'è motivazione di “rilancio economico” che tenga.



Ci sono però dei “dettagli” che lasciano quanto mai perplessi.

Vent'anni dopo il varo dello Statuto dei lavoratori, il parlamento approvò infatti una successiva legge, la n. 108 dell'11 maggio 1990 (“Disciplina dei licenziamenti individuali”) che, andando a integrare la legge precedente, prevedeva espressamente all'art.4:

La disciplina di cui all'articolo 18 della legge 20 maggio 1970, n. 300, come modificato dall'articolo 1 della presente legge, non trova applicazione nei confronti dei datori di lavoro non imprenditori che svolgono senza fini di lucro attività di natura politica, sindacale, culturale, di istruzione ovvero di religione o di culto”.


I sindacati, ed anche i partiti, dunque non hanno l’obbligo di reintegro per il dipendente licenziato da loro senza giusta causa, neanche nel caso in cui il licenziamento sia avvenuto per motivi discriminatori.


Tant'è che esiste anche un blog di lavoratori licenziati dalla Cgil che raccontano le loro storie.


[31677_1441357562738_1497040891_31146147_3497253_n.jpg]


Clicca qui


Questo post non vuole essere assolutamente un attacco alle battaglie dei sindacati per la difesa del diritto al lavoro, anzi sarebbe necessaria una estensione delle garanzie a tutti i lavoratori, quelli dei sindacati compresi.

Soprattutto in questa fase è essenziale una mobilitazione generale in difesa dei diritti di tutte le persone che lavorano. Come ha ricordato giustamente qualche giorno fa, in coerenza anche con la Dottrina Sociale della Chiesa, Monsignor Giancarlo Bregantini, responsabile della Cei per il lavoro, il lavoro non è una merce (“Non si può eliminare chi lavora per motivi di bilancio”). Leggi tutto

Quello che lascia perplessi è soltanto questa incongruenza non secondaria, che tocca proprio chi tutti i lavoratori è titolato a rappresentare e tutelare.



marzo 2012

lunedì 26 marzo 2012

CARO SINDACO, LE SCRIVO ...

Ricevo e pubblico la seguente lettera aperta scritta da una nostra concittadina e indirizzata al sindaco di Ceglie, Luigi Caroli. A conclusione del post, trovate le relative foto che documentano la situazione.






Illustre Sindaco,

con la presente desidero sollecitare la sua attenzione su un problema che sta particolarmente a cuore sia a me che ad altri abitanti della zona, e del quale Le ho accennato qualcosa di persona la scorsa estate, ma poichè il problema peggiora e sussiste, provo ad insistere al fine di una positiva risoluzione del caso che vengo a riepilogare:

CONTRADA ABATE AMATO, luogo della mia residenza, dove paghiamo regolarmente la Tarsu-

Da quando la nuova Società incaricata per la rimozione dei rifiuti del nostro Comune ha spostato l'ubicazione e ridotto la dimensione dei bidoni per la raccolta, il degrado della zona è altissimo ed assolutamente evidente anche in bassa stagione, dove la campagna è abitata parzialmente, le foto che le allego si riferiscono a solo un paio di settimane fa, e Le risparmio quelle di agosto scorso.....che potrà ben immaginare, i sacchetti lasciati fuori per mancanza di spazio vengono presi e portati in giro da cani randagi (altra nota dolente del nostro Comune sul quale stendo al momento un velo pietoso) che "arricchiscono" , svuotandone il contenuto, i terreni e le strade circostanti.

Parliamo tanto di sviluppo economico e turistico del territorio.... ma che rispetto si ha di un tema così importante e degli sforzi economici che l'Amministrazione Comunale deve fare per attrarre turismo se poi la campagna cegliese che dovrebbe attrarre inglesi, francesi ecc. da di sè una immagine così denigrante e misera?

Tra l'altro il mio vicino di trullo è un famoso personaggio del cinema internazionale, a Natale scorso lamentava con me questo problema ed ho promesso anche a lui di fare del mio meglio per risolvere questo problema, dunque il suggerimento nonchè richiesta ( e parlo a voce dei diversi abitanti della zona) è quello di aumentare il numero dei bidoni, e il numero dei passaggi di rimozione, specialmente ora che si avvicina l'estate.

Resto in fiduciosa attesa di riscontri

Cordialii saluti

Dora Barletta










marzo 2012

domenica 25 marzo 2012

CEGLIE: Eutanasia di un'Amministrazione


A distanza di circa quaranta giorni dall'inizio di questa crisi comunale a dir poco surreale, pensavamo che si fosse messa finalmente la parola “fine” a questo teatrino incomprensibile ai più. Riconfermati tutti gli assessori, compreso chi (ma non è mai stato precisato chi) non si era impegnato al massimo per governare la città (al 200% come aveva detto lo stesso sindaco). “E c'era bisogno di fare tutto 'sto casino lasciando per un mese la città senza un governo?” ci siamo chiesti in tanti.


Ma il secondo tempo di questa "farsa" politica in salsa messapica è cominciato proprio in quel momento. Nessuno sa quali siano le deleghe (cioè le competenze) dei “nuovi” assessori e, probabilmente, ancora per un bel po' non ci sarà dato sapere. I possibili scenari continuano ad essere oggetto anche degli articoli di stampa, che aggiornano i cittadini sull'evoluzione dell'arte.


Sinceramente non è un argomento che mi va più di seguire, nella sua noia e tristezza. Una classe politica “di governo” che, nonostante la sua vistosa maggioranza numerica in Consiglio (ma non più nella città), non riesce più a mettersi d'accordo su un atto fondamentale. Tristezza soprattutto per le conseguenze che tutto ciò causa nella città che ha un governo allo sbando, stanco e approssimato, incapace di affrontare i tanti problemi che attanagliano la nostra comunità. Chi sono i responsabili del governo cittadino per quanto attiene la sicurezza, la pianificazione urbanistica, l'agricoltura, le attività produttive, i servizi sociali? Ancora nessuno lo sa. Davvero si pensa che gli uffici amministrativi possano svolgere i loro compiti gestionali senza un organo politico che indirizzi con certezza l'attività amministrativa? Può fare tutto il sindaco soltanto, con la semplice ratifica di assessori senza delega? Evidentemente si, guardando cosa sta accadendo.


E allora, qualcuno ritiene che una città possa restare a lungo di fatto senza una Giunta definita, andando avanti per forza d'inerzia. Lo correggiamo: non è vero che la città potrà andare avanti anche senza un'amministrazione. E' piuttosto vero che Ceglie potrà andare avanti – e meglio – senza QUESTA amministrazione. Ci sia un atto di responsabilità: si prenda atto che, per la terza volta, il centrodestra cegliese si è incartato su sé stesso, tra i veti incrociati al suo interno e il confronto delle correnti, bloccando ancora una volta la città. Anche chi due anni fa ha votato Pdl sta ormai assistendo confuso a tutto questo, senza capire. Abbiate almeno rispetto dei vostri elettori, permettete anche a loro di avere un centrodestra nuovo e normale.


Fate un passo indietro e tornate a casa, ridando credibilità alla politica. Dopo di voi non ci sarà il diluvio. Tutt'altro.



marzo 2012

sabato 24 marzo 2012

Il post della domenica da Ceglie Messapica

Ricetta

Il consueto appuntamento domenicale con le ricette di Mimmo Barletta, gestore del bel sito www.ceglieincucina.com

Oggi ci consiglia una

TORTA ALLA CREMA DI LIMONE



Per gli ingredienti e la preparazione clicca qui



Questo è un piccolo video promozionale del sito:





BASKET



CEGLIE-FASANO: UN MATCH CHE VALE UNA STAGIONE

Grande attesa per il derby fra due delle migliori squadre del campionato.

di Sergio Nisi

Grandi emozioni in arrivo nel ventisettesimo turno del campionato di Serie C Regionale pugliese che proprio questa domenica potrebbe assumere pieghe inaspettate o rafforzare verdetti già nell’aria da qualche tempo: Lucera-Barletta ed il derby brindisino fra Ceglie e Fasano rappresentano un crocevia importante nella stagione delle tre battistrada in ottica promozione diretta e, dato l’equilibrio tecnico fra le varie contendenti, azzardare pronostici risulta impresa ardua. Clicca qui per leggere tutto



Buona domenica a tutti.


marzo 2012

LEGALE




MA NON SOLO LI' ...
Anche da qualche altra parte politica.


Battute a parte, ricordiamoci stanotte di spostare le lancette un'ora avanti.


Buona serata a tutti.



marzo 2012

Notizie da Ceglie: la rassegna stampa del sabato


Errore sull'invalidità



Maria Gioia sul Quotidiano di questa mattina ci racconta una storia ai limiti dell'assurdità.

Una signora di Ceglie, completamente non vedente da una decina di anni, si è vista sospendere la sua pensione di invalidità e il relativo accompagnamento, pur dopo le diverse visite di controllo che ne avevano purtroppo accertato la cecità totale. Il motivo della sospensione? Secondo l'Inps a quelle visite la signora non si sarebbe mai presentata.

Era naturalmente un errore burocratico che sarebbe stato ammesso nei giorni scorsi dalla stessa Inps. Nonostante tutto, però, la donna dovrà attendere il mese di maggio per tornare a riscuotere la pensione a cui ha diritto.

No comment.



Consiglio e silenzi

Sempre sul Quotidiano leggiamo un resoconto della seduta del Consiglio comunale di giovedì scorso. Approvate due delibere: una sulla partecipazione del Comune alla Borsa mediterranea del turismo di Napoli e un'altra per partecipare ad un bando di finanziamento per l'attivazione a Ceglie di un'istituzione museale.


Il Pdl ha chiesto e ottenuto il rinvio della discussione sulla mozione (da loro stessi presentata) relativa all'art.13 del decreto “Salva Italia” che anticipava in via sperimentale nel 2012 l'applicazione dell'Imu (imposta municipale propria).


Resta il mistero sulle deleghe degli assessori che pur sono stati riconfermati.

Si occuperanno delle stesse materie di prima?



Leggiamo sul Quotidiano:

Il sindaco, Luigi Caroli, sulla riconferma della squadra di governo non ha aperto bocca. È stato anche invitato a parlare dal consigliere di centrosinistra della lista “Noi con Federico”, Tommaso Argentiero, che vista la presenza dell'esecutivo in aula, ha chiesto: “Sindaco, non ha nulla da comunicarci?”. La risposta della controparte è stata negativa e la questione si è chiusa lì”.



DOMENICA, GIORNATA DEL DONATORE

avis ceglie messapica


Vi ricordo che per domani mattina, domenica 25 marzo, L'AVIS di Ceglie Messapica ha organizzato la "Giornata del donatore". Gli interessati possono presentarsi presso i locali dell'ospedale di Ceglie dalle ore 8:00 alle ore 11:30.

E' consentita una leggera colazione con the, caffè, spremuta, succhi di frutta (tutti preferibilmente non zuccherati). Non è ammessa la colazione con latte, cioccolato, yogurt, formaggio, brioches, biscotti.

Dopo la donazione , l'AVIS offrirà un abbondante colazione.

A vostra disposizione troverete personale qualificato che risponderà a tutte le vostre domande ed un equipe di medici e paramedici dell'ASL di BR.






marzo 2012

Commenti

Commenti