F F Tribuna Libera: dicembre 2011

sabato 31 dicembre 2011

Lasciamocelo alle spalle


In attesa della mezzanotte ...





Per gli auguri per il nuovo anno ci sentiamo dopo...


dicembre 2011

venerdì 30 dicembre 2011

Ceglie: Rapina al supermercato

Ormai purtroppo del problema della sicurezza a Ceglie ne stiamo parlando spesso.Troppo spesso.


Oggi il nuovo preoccupante episodio. Una rapina a mano armata, avvenuta questo pomeriggio, al supermercato “Dok” alla periferia di Ceglie.

Ci racconta tutto Adele Galetta per Telebridisi webtv




da BrindisiReport

Terrore al supermercato: tutti a terra

Clicca qui


Così non si può andare più avanti.

Le istituzioni devono fare qualcosa.


dicembre 2011

Ceglie Messapica: quindici mesi dopo

C'era una volta il PUG (Piano Urbanistico Generale) che, sul finire del 2010 sembrava che finalmente avrebbe sostituito il vetusto Programma di fabbricazione risalente al 1969. Un'era geologica fa.



La nostra, sempre amatissima, Amministrazione pidiellina da poco insediata decise invece di stracciare il progetto di Pug sul quale la Regione Puglia era pronta a dare il via libera. Era stata unicamente richiesta, da Bari, la convocazione di una conferenza dei servizi per ottenere l'attestazione di conformità del Pug al Drag (Documento regionale di assetto generale) Leggi qui.

Solo questo. La stessa prof.ssa Angela Barbanente, Assessore regionale all'Urbanistica, venne a Ceglie per spiegare i dettagli della questione e sollecitare la convocazione di questa conferenza dei servizi.


Video1 Video2 Video3


I nuovi amministratori, invece, decisero di non convocare quella conferenza e il progetto di Pug decadde. "Una scelta inquietante" la definì l'Assessore Barbanente (clicca qui)

Si ricominciava tutto da zero, insomma. Anni e soldi buttati via. Nel frattempo la città restava col Programma di fabbricazione del 1969, un secolo fa. Una scelta incomprensibile, dal momento che, avendo il Pdl la maggioranza assoluta in Consiglio comunale, avrebbe potuto comunque modificare lo stesso Pug nelle parti che non soddisfacevano. Ceglie avrebbe avuto ad ogni modo finalmente una programmazione urbanistica certa. Fu scelta la strada opposta. Nuovo affidamento d'incarico, nuovo progetto, nuovi costi per i cittadini (120mila euro, sulla base del bando che fu poi emanato).

I tempi? Brevissimi secondo le promesse. Nel Consiglio comunale del 29 settembre 2010, un consigliere che è tra i leader del Pdl assicurò che sarebbe bastati 15 mesi affinchè Ceglie fosse dotata di un nuovo Pug.

I quindici mesi sono scaduti esattamente ieri e a che punto siamo?



L'Amministrazione ha unicamente convocato, proprio ieri, un'assemblea dal titolo “Il partecipa Pug” (sembra il titolo di un quiz di Gerry Scotti) in cui sono stati presentati “l'atto d'indirizzo e il documento di scoping”. Ancora a questo punto stiamo? Evidentemente i tempi promessi sono stati impossibili da attuare. Siamo infatti appena all'inizio.

In sostanza, quindi, l'incontro di ieri è stato essenzialmente una “passerella” politica.

Enunciate solo le buone intenzioni.



Durante l'incontro, il progettista avrebbe affermato che per la redazione ci vorranno circa 14/15 mesi, sempre che non ci siano intoppi di natura amministrativa.

Diciamo che i precedenti - due amministrazioni passate del centrodestra laceratesi al proprio interno e cadute proprio sul Pug (allora Piano regolatore) – non stimolano proprio all'ottimismo. Anche perchè i protagonisti sono sostanzialmente gli stessi. Un'altra debàcle sull'argomento, causata dalla politica messapica, questa città proprio non può più permettersela. Vogliamo però essere ottimisti e lanciamo un appello: approvate quanto prima un PUG.

Non fateci assistere ad altri spettacoli penosi come in passato. Ce ne raccomandiamo.


Intanto ecco il servizio video sull'incontro.

E, dopo questo spreco di soldi, meno male che i nostri amatissimi parlano addirittura della grave situazione economica del momento .....





dicembre 2011

giovedì 29 dicembre 2011

Il silenzio è d'oro


Sta facendo discutere in questi giorni un'esternazione dell'arcivescovo di Brindisi che ha testualmente affermato che “la comunione non é amministrabile ad omosessuali ben noti e di cui si conoscono gli atteggiamenti di aperta apologia".

Da cattolico “adulto” resto molto perplesso. Al Catechismo mi hanno insegnato che per ricevere la Comunione bisognasse essere in Grazia di Dio, con la confessione dei propri peccati. Non ho mai sentito parlare della necessità di essere eterosessuali.

Anche perchè, giustamente, nell'intervista non si esclude che persone omosessuali possano, da sacerdoti, amministrare i sacramenti. E meno male, ci mancherebbe pure! Anche per questo il discorso del monsignore appare ulteriormente contraddittorio nella sua non condivisibilità.

Attendiamo ulteriori dichiarazioni di “scomunica” per quelle coppie battezzate che praticano apertamente e “con atteggiamenti di apologia” lo scambismo di coppia o che altrettanto apertamente hanno da tempo e "notoriamente" l'amante o di chi, con un non celato orgoglio, evade o elude le tasse.



dicembre 2011

mercoledì 28 dicembre 2011

Canzonieri: i video del concerto a Ceglie

Ecco i video di alcuni momenti della serata di ieri presso il Mac900 a Ceglie in cui la band “Canzonieri del tempo” ha presentato il suo primo cd “In bilico alla vita”.

Buona visione.











Gli altri video dei “Canzonieri” li trovate sulla mia pagina Youtube

Clicca qui

dicembre 2011

L'affare si complica


Era stata innanzitutto la Regione a dirlo:
Il centro raccolta materiali nella zona industriale è “abusivo


Adesso a questo parere si associa anche la Provincia.
L'abbiamo letto ieri su SenzaColonne:
La Provincia: “In quell'area non si può fare un impianto per lo stoccaggio dei rifiuti

BOCCIATO IL CENTRO DI RACCOLTA



(Clicca sull'immagine per leggere l'articolo)

Ecco la nota integrale della Provincia


Cos'ha intenzione di fare adesso il Comune?
Fateci sapere, è un argomento importante.

dicembre 2011

martedì 27 dicembre 2011

Cronaca: ancora una rapina


E' la seconda nei confronti dello stesso locale nel giro di dieci giorni.

Sempre a Ceglie.


Locandina del film Rapina a mano armata


Ce ne parla il Quotidiano.

Rapina a mano armata
in una sala giochi a Ceglie

Clicca qui per leggere tutto


Cliccando qui potete leggere anche il dettagliato servizio di BrindisiReport

La situazione dell'ordine pubblico della nostra città inizia a diventare davvero insostenibile.

Noi cittadini siamo stanchi!



Clicca qui per leggere i post precedenti sull'argomento




dicembre 2011

Giovani arbitri crescono a Ceglie




COMUNICATO STAMPA


N.P.Ceglie e FIP insieme per la crescita dei giovani a 360°

La Nuova Pallacanestro Ceglie 2001 A.D. comunica con grande soddisfazione l’imminente svolgimento di un’importante evento cestistico sul territorio di Ceglie Messapica.

Nelle giornate di Martedì 27 e Mercoledì 28 Dicembre 2011, si svolgerà presso il Palasport 2006 un corso di avviamento all’attività arbitrale per giovanissimi appassionati della palla a spicchi.

Il sodalizio gialloblu, nella persona del dirigente addetto agli arbitri Piero Urso (ex arbitro nazionale), ringrazia la FIP ed in particolare l’istruttore nazionale Antonio Malerba e l’arbitro nazionale Denny Lillo per la disponibilità dimostrata nel realizzare questa importante iniziativa che ha l’obiettivo di far crescere la cultura sportiva e cestistica dei ragazzi cegliesi e dei comuni limitrofi.

Guarda il sito della NP Ceglie


dicembre 2011

lunedì 26 dicembre 2011

Ceglie: Presentazione del loro primo disco




Torniamo a parlare di alcuni nostri talentuosi amici, artisti della nostra città

Parliamo della band musicale “Canzonieri del tempo”.

Martedi 27 dicembre alle ore 20,30 presso il Laboatorio Urbano Bollenti Spiriti “Mac 9Cento” a Ceglie, il gruppo presenterà il suo primo lavoro discografico dal titolo “In bilico alla vita”. Il cd contiene 12 brani che attraversano i momenti più intensi e noti al grande pubblico, della muscia italiana degli ultimi decenni, più 3 brani inediti.

I tre inediti sono: “In bilico alla vita” che dà appunto il titolo al progetto, “Jasmine”, dedicata alla figlia di Al Bano Carrisi ed infine Si tu, papà”. Tutti gli inediti sono scritti da Lello Lacenere (musica) ed Enrico Barletta (testo).

La band dei Canzonieri del Tempo è composta da: Lello Lacenere (voce e piano), Ida Elia (voce e cori), Stefano Nacci (fisarmonica e tastiere), Enzo Gianfreda (chitarra elettrica), Cosmiano Francioso (basso elettrico) e Federico Lorusso (batteria).




Per vedere gli altri video clicca qui


Non mancate.



dicembre 2011

domenica 25 dicembre 2011

Se n'è andato un altro grande


"Nell'Italia liberata prima ci disarmarono, parlo di noi partigiani, e poi ci chiesero di tenere in qualche modo in piedi la baracca dello Stato. A me, che avevo comandato una divisione di Giustizia e Libertà, offrirono, a scelta, un posto da vicequestore o da sindaco. Dissi che preferivo un posto da giornalista a GL, l'edizione torinese di Italia Libera, il quotidiano del Partito d'Azione a Torino". (Giorgio Bocca)







dicembre 2011

sabato 24 dicembre 2011

Buon Natale!


Auguro un sereno e felice Natale a tutti voi, amici e lettori del blog, e alle vostre famiglie.






"E' Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. ... E' Natale ogni volta che riconosci con umiltà i tuoi limiti e la tua debolezza. E' Natale ogni volta che permetti al Signore di rinascere per donarlo agli altri" (Madre Teresa di Calcutta)





Feed the world



dicembre 2011

Inaugurato rondò sulla Ceglie-Cisternino



Un comunicato dell'Amministrazione Provinciale di Brindisi:

Inaugurato rondò sulla Ceglie-Cisternino

Si è svolta stamani la cerimonia di inaugurazione del rondò realizzato lungo la strada provinciale che collega Ceglie Messapica a Cisternino.

Questo è l’ultimo rondò che inauguriamo nel 2011 – ha affermato il Presidente Massimo Ferrarese – ma il primo per importanza, in quanto ha consentito di eliminare un incrocio a raso dove tanta gente ci ha rimesso la vita. Il mio impegno per la sicurezza stradale proseguirà senza soste e nel 2012 completeremo altri otto rondò su arteria particolarmente importanti in quanto molto trafficate. Il tutto, con un investimento di altri 25 milioni di euro. Nonostante i tagli ed i minori trasferimenti di risorse, pertanto, il nostro obiettivo resta inalterato e consiste nel garantire maggiore sicurezza ai cittadini che utilizzano la rete stradale provinciale”.



dicembre 2011

venerdì 23 dicembre 2011

AFFRESCHI NELL'EX COMUNE: Facciamo chiarezza


In un post della settimana scorsa avevamo riportato un'interrogazione urgente del consigliere comunale di opposizione Tommaso Argentiero in cui l'interrogante parlava del ritrovamento di alcuni affreschi nel convento dei Domenicani a Ceglie. Si parlava addirittura di “porzioni di intonaci, con parte di affresco, prelevati da alcuni cittadini dal furgone che potava via le macerie”. Leggi tutto




Da qualche parte su internet avevamo letto l'interpretazione soggettiva dell'articolo di un quotidiano al riguardo. Interpretazione che portava l'opinionista in questione ad affermare che, sull'argomento, l'esposto era “infondato”, addirittura veniva definito un “bluff”.
Mah ….

In realtà le cose sembra che non stiano proprio così. Giusto per fare chiarezza, parliamo con le “carte” alla mano.

Di seguito potete leggere voi stessi il verbale di sopralluogo della Sovrintendenza per i Beni storici, artistici ed etno-antropologici della Puglia.




OGGETTO: Ceglie Messapica, ex convento di San Domenico. Verbale di sopralluogo.

Nel rammentare che i progetti di restauro di opere di interesse storico artistico debbono essere sottoposti a questa Sovrintendeza per la necessaria autorizzazione ai sensi del codice dei Beni Culturali, si comunica che, a seguito di segnalazione, in data 20 dicembre 2011 si è effettuato il sopralluogo presso il bene in oggetto.

Si è rilevato che i lavori hanno interessato la rimozione di intonaco ammalorato in un ambiente al piano terra che ha messo in luce una fascia di zoccolatura con diverse stesure di colore sovrapposte. Nel chiostro affiorano frammenti di dipinti murali che suggeriscono la presenza di ulteriori brani affrescati ancora sotto scialbo, mentre ai piani superiori si intravedono campiture a tempera, probabilmente coevo alla destinazione degli ambienti a sede comunale.

Pertanto questo ufficio resta in attesa di valutare un progetto di indagine che preveda saggi straligrafici da eseguirsi negli ambienti oggetto di intervento, mirati a verificare la presenza di dipinti murali sotto gli strati di pittura e intonaco.
Il progetto d'indagine stratigrafica e il successivo progetto di restauro dovrà essere redatto da un restauratore qualificato secondo la normativa vigente.


Detto questo - e avendo quindi tutti gli elementi - ognuno si può fare la sua idea.



dicembre 2011

Per chi è in cerca di lavoro...


Avevamo avuto modo di parlarne qualche mese fa (clicca qui) e oggi torniamo a farlo. Parliamo della Dote occupazionale, l'incentivo economico che la Regione Puglia torna a concedere alle imprese pugliesi che assumano a tempo indeterminato persone che al momento si trovino senza un lavoro, che lo hanno perso o non che non ne abbiano avuto uno, oppure altre categorie che trovano difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro.


Come funziona concretamente la Dote occupazionale? La persona interessata deve trovarsi in una delle situazioni previste dal bando. Queste situazioni alternative sono:

1) essere disoccupati da almeno 6 mesi,
2) inoccupati (cioè che non hanno mai avuto un rapporto di lavoro)
3) donne
4) immigrati
5) persone con disabilità (anche in questi casi disoccupati o inoccupati).

La Regione provvede periodicamente a pubblicare gli elenchi delle aziende che hanno ottenuto la “dote” finalizzata alle assunzioni dei soggetti citati prima. Le persone interessate all'eventuale assunzione possono contattare loro direttamente le aziende presenti nell'elenco per inviare il curriculum e la loro disponibilità a lavorare.


Ne abbiamo parlato perchè qualche giorno fa, sul Bollettino ufficiale regionale è stata pubblicata la terza graduatoria delle aziende (occhio a non confondervi con quelle non ammesse, leggete la penultima colonna)

Clicca qui per leggerla


Se vi può interessare, dateci un'occhiata o magari potete segnalarla a chi, di vostra conoscenza, fosse in cerca di un'occupazione.




Per saperne di più sul Piano straordinario, c'è il sito: http://pianolavoro.regione.puglia.it/http://pianolavoro.regione.puglia.it/



dicembre 2011

giovedì 22 dicembre 2011

La speranza è donna... E a Ceglie?


Uno dei temi più “caldi” del dibattito politico di queste settimane è il tema del lavoro e delle riforme ad esso collegate. In particolare la possibile revisione dell'art.18 dello statuto dei lavoratori. E' un tema certamente non nuovo nel mondo politico e nel confronto tra le parti sociali. La novità rispetto al passato, al di là del merito della questione, è che a confrontarsi sul problema, in ruoli chiave, sono tre donne: il ministro del Lavoro Elsa Fornero, la leader della Cgil Susanna Camusso, la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia.

Elsa, Emma e Susanna: le tre donne del lavoro

Ne parla anche Panorama:
Fatto sta che il nostro futuro, la nostra pensione, la sopravvivenza e il benessere delle nostre famiglie, sono affidati al dialogo/scontro fra tre donne di potere: la ministra del Lavoro e delle Pari opportunità Elsa Fornero, la leader della Cgil Susanna Camusso, e la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia. Se aggiungiamo che il segretario generale del Senato, il grand commis che comanda la macchina legislativa della Camera più alta, si chiama Elisabetta Serafini, abbiamo un quadro e quartetto roseo che fa ben sperare. Perché va detto anche questo: le donne hanno una concretezza da madri di famiglia, puntano e inseguono l’obiettivo con tutte le forze, usano senza scrupoli tutti gli strumenti (fino alle lacrime) convincendo per prime se stesse del proprio candore, e in caso di passi falsi o insuccesso, sanno farsi perdonare. Non si arrendono mai. E tra loro s’intendono. Leggi tutto

Dopo tanta politica mediocre rappresentata da uomini non sempre all'altezza del loro ruolo, speriamo nelle donne. In donne serie e preparate, non nelle solite “amichette” catapultate in Parlamento con le liste "bloccate".

E dalle nostre parti?
La Giunta regionale pugliese rappresenta un punto di riferimento ineguagliato dal punto di vista del ruolo delle donne ai vertici del governo. Su 14 assessori regionali ben sette, la metà, sono donne, in ruoli centrali: sviluppo economico, assetto del territorio, welfare, ecc. Clicca qui


A livello locale invece, dal punto di vista, del ruolo femminile, la situazione è disastrosa, in maniera perfettamente bipartisan. Destra e sinistra. Sono ormai tanti (troppi) anni che il Consiglio comunale a Ceglie vede la presenza esclusiva di politici uomini. Nelle competizioni elettorali comunali la presenza delle donne nelle liste, prevista anche dalla legge attraverso le “quote rosa”, non manca. Ma poi i partiti sostengono realmente e in maniera convinta queste candidature, oltre ai soliti big? Qualche dubbio ci rimane. Anche la struttura interna ai partiti, da questo punto di vista, parla in maniera prevalente un linguaggio maschile. Vi è mai capitato di sentire di un segretario politico donna?


Probabilmente, se anche a livello locale la politica e le istituzioni fossero più “rosa”, si respirerebbe un'aria di freschezza e di rinnovamento. Perchè resto convinto che siano tante le donne, giovani o meno, che abbiano a cuore i problemi della città e sarebbero disposte ad impegnarsi in prima persona, se si desse loro vero spazio. 
E chissà se magari, un giorno, arriveremo anche ad avere, a rappresentarci e amministrarci, un sindaco donna. Si potrebbe provare, perchè no?


dicembre 2011

mercoledì 21 dicembre 2011

Ceglie: Interrogazione consiliare

Ricevo e pubblico il testo di questa interrogazione consiliare presentata dal consigliere comunale d'opposizione Tommaso Argentiero, indirizzata al Sindaco e, per conoscenza, al Presidente del Consiglio comunale, al Segretario comunale e al Presidente del Collegio dei revisori.




INTERROGAZIONE

Oggetto: Inaffidabilità degli atti amministrativi del Comune di Ceglie Messapica.

Premesso che:

- con Determina n. 604, del 07.12.2011, il Responsabile del Servizio Innovazione Tecnologica Servizi Sociali evidenziava che l’ufficio Anagrafe risultava gravato da un aumento di carico di lavoro, all’interno del Servizio Demografico, una dipendente risultava in aspettativa fino al 20.02.2012 e presso gli uffici dei Servizi Scolastici un dipendente era andato in pensione; per queste motivazioni affidava alla società “Adecco Industrial” la fornitura interinale di due unità, da adibire a impiegato amministrativo presso i servizi demografici e scolastici dal 15.12.2011 al 15.02.2012. La somma presuntiva da impegnare dal cap. 4533/ 15 “Spese per lavoro temporaneo.” era di euro 6000,00. La Determina otteneva il visto di regolarità contabile e l’attestazione della copertura finanziaria da parte del Responsabile del Servizio Finanziario;

- con Determina n. 605, del 07.12.2011, il Responsabile del Servizio Lavori Pubblici evidenziava che il Servizio Lavori Pubblici risultava gravato da un aumento di carico di lavoro, determinato da adempimenti previsti per Edilizia Scolastica e Manutenzione Straordinaria degli Immobili Comunali, con queste motivazioni affidava alla società “Adecco Industrial” la fornitura di due unità, da adibire a impiegato amministrativo (anche questi) presso i servizi demografici e i servizi scolastici, dal 15. 12.2011 al 15.02.2012. La somma presuntiva da impegnare, sempre, dal cap. 4533/15 “Spese per lavoro temporaneo.” era di euro 6000,00. La Determina n. 605, come la 604, otteneva il visto di regolarità contabile e l’attestazione della copertura finanziaria da parte del Responsabile del Servizio Finanziario;

- con le Determine n. 612 e 613 il Responsabile del Servizio Lavori Pubblici impegnava la spesa per dei versamenti all’A.Q.P., per lavori di costruzione di tronco di fogna e canalizzazione idrica, per un importo complessivo di euro 35.149,11 (13.143,94+22.005,17), da impegnare sul Cap. 21507/ 71 “ Opere di urbanizzazione”.

Le due Determine ottenevano il visto di regolarità contabile e l’attestazione della copertura finanziaria da parte del Responsabile del Servizio Finanziario;

- con Determina n. 629 del 14.12.2011 il Responsabile del Servizio Bilancio e Ragioneria, annullava, in autotutela, le Determine 612 e 613 atteso che il provvedimento non rientrava nelle competenze del Responsabile dell’Area Lavori Pubblici e, cosa ancora più grave, evidenziava, con tono deciso, che il Capitolo di Bilancio relativo alle Opere di Urbanizzazione è un capitolo su cui bisogna sempre verificare la copertura, (su altri capitoli questa verifica non è necessaria? ).

Il Responsabile dell’Area Bilancio e Ragioneria nella sua Determina di annullamento in autotutela ometteva di evidenziare che il visto sulla regolarità contabile e attestazione della copertura finanziaria delle Determine 612 e 613 erano stati da lui stesso certificati.


Considerato che:

- le Determine 604 e 605 sono carenti in giustificazioni, in esse non si tiene in nessun conto che le motivazioni addotte non rivestono carattere eccezionale , ma rientrano nell’ordinario delle competenze del Comune, inoltre alcuni di questi servizi sono stati già affidati, impropriamente, a mio parere, a tecnici esterni. In queste Determine non esistono dichiarazioni che assicurino il non superamento delle spese consentite per il personale, non viene presa in considerazione la possibilità di una nuova distribuzione di carichi di lavoro. Inoltre è evidente che con la Determina n. 605, il Funzionario dei Lavori Pubblici, nonostante evidenzi la “carenza di personale” nella sua Area, assume due impiegati per i servizi demografici e scolastici, non per un atto di altruismo, ma per concretizzare l’ennesimo strafalcione amministrativo;

- le Determine 612 e 613 oltre a mettere in luce la superficialità con cui si costruiscono gli atti amministrativi, non possono, a mio parere, essere annullate in autotutela da un soggetto diverso da quello che ha prodotto l’atto stesso, altrimenti sarebbe un abuso di potere.


Tutto ciò premesso e considerato,

Si chiede di sapere quali provvedimenti intende prendere per garantire un iter certo e affidabile nella produzione degli atti amministrativi nel Comune di Ceglie Messapica.

Questi provvedimenti, sottoposti alla sua attenzione, sono alcune ultime “perle”

Durante il suo mandato sono stati determinati diversi atti amministrativi errati; basta leggere le indicazioni e suggerimenti che i Revisori dei Conti hanno dovuto mettere per iscritto nei loro verbali.

I consiglieri comunali di opposizione in diverse occasioni hanno evidenziato la non regolarità di Determine e Delibere.

Oggi l’inaffidabilità, incoerenza e inefficacia degli atti amministrativi del Comune di Ceglie Messapica è una emergenza seria che necessita di un impegno urgente e concreto; non certo risolvibile con l’organizzazione e le responsabilità della macchina amministrativa che la sua Giunta ha finora determinato.

Alla presente interrogazione si chiede risposta scritta.

Ceglie Messapica 20.12.2011


Tommaso Argentiero

Consigliere Comunale “Noi con Federico”

dicembre 2011

martedì 20 dicembre 2011

FACCIAMO LUCE A CEGLIE MESSAPICA



No, non parliamo di Diogene e della sua lanterna.

Parliamo di pubblica illuminazione a Ceglie.




Al riguardo c'è infatti un comunicato dei consiglieri comunali del centrosinistra che si chiedono: Come mai ci sono voluti oltre 6 mesi per l'affidamento dell'appalto della pubblica illuminazione?"


Lo riporto di seguito:

La Giunta di Centrosinistra conDeliberazione n.159 dell’11.6.2009 approvò il progetto definitivo per la gestione, esercizio, manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto di pubblica illuminazione, comprese le attività di messa a norma ed in sicurezza dell’impianto, ammodernamento tecnologico e funzionale, volto al conseguimento del risparmio energetico e del contenimento dell’inquinamento luminoso. Successivamente con Determina n.524 del 22.7.2009 il Dirigente dell’Ufficio Tecnico Ing. Giovanni Chiatti approvò il progetto esecutivo del servizio in questione dell’importo complessivo di €.7.281.000,00 redatto dall’ing. Degli Atti.

Al termine delle operazioni di gara venne individuata come migliore offerta quella presentata dall’ A.T.I. VALORIS.C.A.R.L. Consorzio Stabile – CAPARELLI IMPIANTI S.r.L. per l’importo di €.4.732.717.01 oltre IVA. Una ditta concorrente presentò un ricorso avverso alla propria esclusione, il Consiglio di Stato in data 27 Maggio 2011 ha espresso il proprio parere rigettando il ricorso pendente.
Da maggio, solo a dicembre, il nuovo Dirigente dell’Ufficio Tecnico si è ricordato di affidare definitivamente l’appalto, si spera che i lavori inizino al più presto nel pieno rispetto del capitolato d’onere.

Con questo appalto finalmente la nostra Città potrà avere un sistema di pubblica illuminazione che risponde ad alcuni requisiti importanti come quelli che riguardano il risparmio energetico, l’ammodernamento tecnologico e funzionale della rete, la messa a norma e in sicurezza dell’impianto, nonché il contenimento dell’inquinamento luminoso comeprevisto dalla legge regionale.

Per grandi linee gli interventi previsti riguarderanno l’intero impianto di pubblica illuminazione con particolare attenzione al centro storico e alle zone più antiche della nostra Città. Sono previsti interventi di sostituzione di tutti gli apparati illuminanti nel centro storico con la dotazione dilampade a basso consumo energetico. Alcune vie strategiche come via Martina, ecc saranno completamente ammodernate con il rifacimento totale del sistema illuminante.

La durata dell’appalto e’ di 12 anni ed il costo annuo sarà di circa 460.000 Euro comprensivi di spese per lamanutenzione, per l’ammodernamento e per il consumo dell’energia elettrica. Sicuramente l’intera città dovrebbe avere un beneficio in termini di qualità e di efficienza oltre che in termini di risparmio economico, atteso che solo per il costo per il consumo di energia annuo è di oltre 500.000 Euro.

Speriamo che questa volta al Sindaco torni la memoria, infatti anche questo intervento è il frutto dell’attività amministrativa svolta dalla precedente Giunta di Centrosinistra del quale quotidianamente tenta di appropriarsi in modo maldestro e poco convincente.


CeglieM.ca lì 20/12/2011

I Consiglieri Comunali del Centrosinistra di Ceglie Messapica

Rocco Argentiero, Tommaso Argentiero, Donato Gianfreda, Nicola Trinchera








dicembre 2011

Aspettando Tonio ... (video backstage)




Torniamo a parlare della Risonanze Folk, interessante gruppo musicale di cui abbiamo avuto modo più volte di apprezzare il talento. Ne fanno parte anche i nostri concittadini Tommaso Putignano e Domenico Nisi




Il mese scorso avevamo dato la notizia delle riprese del loro nuovo video, girato a Villa Castelli. Il video “La follia di Tonio” infatti sarà online dal prossimo 12 gennaio.

Nel frattempo ecco le video-immagini del backstage delle riprese.






I membri del gruppo:

Dario Ricci (voce, chitarra acustica e sassofono), Tommaso Putignano (basso elettrico), Domenico Nisi (violino), Bonni Lonoce (batteria e percussioni), Dario Cavallo (fisarmonica e cori), Domenico Giovane(chitarra elettrica e cori), Maurizio Lorusso (tromba e flauto)  Nicolai Carriere (voce e tammorra)




dicembre 2011

lunedì 19 dicembre 2011

Ceglie: cartoline di cemento?


Una bella immagine del nostro Monterrone,
tratta dalla pagina FB "This is Ceglie Messapica"





Ma davvero pensano di farci anche
un parcheggio?

Un'intervista che ho letto qualche giorno fa sulla Gazzetta mi ha lasciato abbastanza perplesso. Tra le future destinazioni dell'area adiacente al Palazzo comunale, da poco acquistata dal Comune, abbiamo letto proprio questo.

Fateci sapere.


dicembre 2011

Una nuova vittoria




E l'anno sportivo si chiude in bellezza



Capitan Milone e compagni battono Mesagne

91-80 nell'ultima gara dell'anno.



Clicca qui per leggere tutto



A più tardi per altre novità da Ceglie.




dicembre 2011

domenica 18 dicembre 2011

CEGLIE: i cittadini hanno paura




Ancora violenza a Ceglie. Sulla Gazzetta del Mezzogiorno oggi in edicola leggiamo di due storie inquietanti. La prima riguarda una rapina avvenuta ieri ad un minicasinò di Ceglie: due banditi, uno dei quali armato di un fucile a canne mozze, hanno fatto irruzione nel locale che in quel momento era praticamente vuoto, costringendo il titolare a consegnare loro l'incasso. Circa mille euro.

L'altra, altrettanto inquietante, riguarda una coppia di anziani, di 88 anni, rapinati da due banditi in casa loro l'altra sera. Hanno bussato alla porta e l'uomo si è trovato di fronte a due persone mascherate con un passamontagna che lo hanno scaraventato a terra. La vittima è stata immobilizzata e malmenata da uno dei due banditi mentre il “collega” si impadroniva dei soldi che i due anziani avevano in casa. Poi sono scappati via.

Leggiamo sulla Gazzetta:
La città sta vivendo uno dei momenti più brutti della sua storia sotto il profilo della criminalità. Un vero allarme sociale dopo le ultime rapine, la gente ha paura e chiede – inutilmente – maggiore protezione. Soprattutto tra gli anziani che vivono soli e, proprio per questo, sanno di essere nel mirino dei malviventi. Dopo l'ennesima rapina dell'altra sera, i nonnini si pongono la domanda: a chi toccherà la prossima volta? Una domanda, questa, a cui nessuno, fatta eccezione per i malintenzionati, può dare una risposta”.

BASTA!!



dicembre 2011

sabato 17 dicembre 2011

In memoria di Pierpaolo Faggiano


Entrerà in vigore il 1 gennaio 2012 e sarà dedicata alla memoria del compianto Pierpaolo Faggiano.





Parliamo della “Carta di Firenze”, il documento deontologico firmato alcune settimane fa dal coordinamento giornalisti precari italiani insieme al Consiglio nazionale dell'Ordine dei Giornalisti con l'obiettivo di creare uno strumento efficace per combattere la precarietà e lo sfruttamento dei cronisti (che in gran parte sono quelli più giovani), tutelandone la dignità professionale e il diritto ad una retribuzione congrua e dignitosa. La maggior parte dei giornalisti è retribuita infatti con 4 euro lordi ad articolo.

Per leggere il testo integrale della Carta di Firenze, clicca qui

E per saperne di più anche qui


Non ti dimenticheremo, Pierpà.



dicembre 2011

Basket domenicale a Ceglie



Domenica 18 dicembre alle ore 18.00
presso Palasport 2006 Ceglie


Dopo il tour de force della settimana scorsa, in cui la NPC ha disputato tre gare in sette giorni con un bilancio attivo di 2-1, i ragazzi di coach Giovanni Rubino ritornano a giocare nel Palasport2006 nell’ultima gara casalinga del 2011: avversario di turno la Mens Sana Mesagne (curiosamente primo avversario dell’anno nello scorso Gennaio). Per conquistare l’undicesima vittoria stagionale e restare nei piani alti della classifica, Milone e compagni dovranno fare i conti con i bianco verdi di coach Gigi Santini, vecchia e nota conoscenza proprio di Giovanni Rubino. Leggi tutto




dicembre 2011

A Ceglie lo scempio continua


Ieri abbiamo parlato di uno scempio ...
Oggi ne mostriamo un altro





Questo è il testo della lettera scritta dai consiglieri comunali del centrosinistra al Prefetto di Brindisi per sottoporgli il grande problema delle discariche selvagge nelle nostre campagne che ancora prosegue senza vergogna e senza pausa.


Gent.mo sig. Prefetto

I sottoscritti, Consiglieri Comunali di Ceglie Messapica, da tempo sottopongono all’attenzione dell’Amministrazione Comunale la disastrosa situazione in cui versano diverse strade di campagna, dove cumuli di rifiuti pericolosi rendono problematico percorrerle e nello stesso tempo poco dignitosa la vivibilità delle nostre campagne.

In questi giorni abbiamo dovuto raccogliere, ancora una volta, le legittime proteste degli abitanti delle contrade Genovese e Mesola che ormai non sanno più a quale “santo” rivolgersi. Il Sindaco e l’Assessore all’ Ambiente non danno alcuna risposta, i nostri interventi con interrogazioni scritte e verbali non determinano alcun effetto risolutivo, anzi si ha l’impressione che se Consiglieri Comunali di opposizione si fanno portavoce delle difficoltà e dei problemi dei cittadini, questi ultimi, vengono “puniti” e le loro lamentele cadono, volutamente, nell’indifferenza della struttura amministrativa.

Per questi motivi facciamo appello alla Sua sensibilità, all’attenzione e alla vicinanza che in questi mesi ha dimostrato nei confronti della nostra città, affinché possa trovare il modo per invitare il Sindaco di Ceglie Messapica a mettere in essere tutte le iniziative e gli interventi necessari al fine di bonificare le diverse strade di campagna, e i tanti terreni privati invasi dai cumuli di rifiuti speciali e non.

Una particolare emergenza è rappresentata dalle aree site nelle C.de Genovese e Mesola, dov’è evidente il grave e costante pericolo per la salute dei cittadini e per la stessa viabilità. La presenza continua, nel tempo, di cumuli di rifiuti speciali, come i pneumatici abbandonati e lastre di eternit lunga la carreggiata costituisce un pericolo reale per gli abitanti delle contrade e per quanti percorrono quelle strade di campagna.

Certi di un Suo cortese interessamento la ringraziamo anticipatamente.

Ceglie M.ca lì 15/12/2011

Consiglieri Comunali del Centrosinistra di Ceglie Messapica

Rocco Argentiero

Tommaso Argentiero

Donato Gianfreda

Nicola Trinchera



dicembre 2011

venerdì 16 dicembre 2011

Bentrovato


La famiglia cegliese di “blogspot” si allarga.

Anche Ahiceglie, blog specializzato in cultura, spettacolo ed eventi da sempre gestito dall'amico Mimmo Barletta, ... ha "scasato".



Clicca qui per leggere il nuovo AhiCeglie

La fase “splinder” che ha visto nascere la blogosfera cegliese è definitivamente chiusa.


E nel suo nuovo post, anche AhiCeglie ci parla della vicenda degli affreschi ritrovati presso l'ex convento dei Domenicani, questione affrontata nel post precedente di TribunaLibera.



Vi segnalo questa iniziativa: "BICIBUS"


null


Parte a Ceglie Messapica la sperimentazione del Bicibus a conclusione di un progetto scolastico di educazione alla sicurezza stradale e alla mobilità sostenibile che ha visto coinvolte le classi terze della scuola media statale G. Pascoli.

Il bicibus è un modo sostenibile per andare a scuola, è un "autobus a due ruote" formato da un gruppo di studenti in bicicletta che vanno e tornano da scuola accompagnati da volontari e vigili urbani, lungo percorsi prestabiliti e messi in sicurezza.

Come per le linee dei veri autobus, il percorso del BiciBus avrà un capolinea e delle fermate intermedie, dove si potrà aspettare l'arrivo del mezzo a due ruote e proseguire in direzione della scuola. Capolinea e fermate intermedie sono state individuate in base alla dislocazione delle residenze dei ragazzi in modo tale che possano essere raggiunte facilmente dai giovani studenti.

Partner del progetto sono la società Ciclovagando s.r.l., l'associazione Cicloamici FIAB, il Corpo di Polizia Municipale.

info: Angela Bruno angela@ciclovagando.com cell. 3208703355


dicembre 2011

CEGLIE: Scoperti affreschi nel Convento dei Domenicani

ù

Ricevo e pubblico questa interrogazione urgente del consigliere comunale Tommaso Argentiero:





AL SINDACO

COMUNE DI CEGLIE MESSAPICA

e, p.c.

- ALLA SOPRINTENDENZA PER I BENI STORICI

ARTISTICI E ETNOANTROPOLOGICI DELLA PUGLIA

VIA PIER L’EREMITA 25

70122 BARI

- AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

CEGLIE MESSAPICA

- AL DR ING. DONATO AMMIRABILE

VIA R. BONGHI N.3

70125 FASANO



INTERROGAZIONE URGENTE

Premesso che:

- nel Comune di Ceglie Messapica sono in corso i lavori di restauro e adeguamento degli impianti tecnologici dell’ex Convento dei Domenicani;

- il progetto di restauro dell’ex Convento di San Domenico rientra tra quelli finanziati dalla Regione Puglia all’Area Vasta Brindisina, con fondi PO – FESR 2007-2013 Asse IV linea intervento 4.2;

- il complesso dell’ex Convento di San Domenico, con annessa Chiesa, edificato tra il 1534 e il 1570 rientra tra i beni storici di questa città..


Considerato che:

- questa mattina ho avuto notizia che, durante i lavori di rimozione di intonaci all’interno del complesso monumentale, sembra, siano venuti alla luce, poi rimossi, affreschi che potrebbero essere di grande valore storico e culturale. Porzioni di intonaci, con parte di affresco, sono stati prelevati da alcuni cittadini dal furgone che potava via le macerie.


Tutto ciò premesso e considerato:

- le chiedo se non ritiene opportuno sospendere immediatamente i lavori di rimozione degli intonaci all’interno dell’ex Convento dei Domenicani per verificare se sulle pareti ci sono affreschi che meritano attenzione e salvaguardia;

- le chiedo se non ritiene opportuno, prima di continuare i lavori, interessare Enti competenti per la tutela e salvaguardia dei beni storici e artistici, per verificare l’opportunità di eseguire dei saggi sulle pareti dell’ex Convento dei Domenicani.


Ceglie Messapica 15.12.2011

Tommaso Argentiero

Consigliere Comunale Ceglie Messapica




dicembre 2011

Commenti

Commenti